Attualità

15 anni ai balneari, cosa sta accadendo?

La nostra video-guida per fare il punto della situazione sull'applicazione della legge, che sta avvenendo a macchia di leopardo

C’è ancora un po’ di confusione sull’estensione di 15 anni delle concessioni balneari, disposta dall’ultima legge di bilancio. La norma è stata approvata ed è valida a tutti gli effetti, ma i Comuni la stanno applicando a macchia di leopardo. Abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza in questa video-guida.

La legge è in vigore dal 1° gennaio 2019 e prolunga fino al 31 dicembre 2033 tutte le concessioni rilasciate prima del 2010. Ora i Comuni costieri devono applicare questa legge, rilasciando a tutti i balneari i loro titoli concessori con la nuova scadenza messa per iscritto. E qui arriva la disparità tra le Regioni virtuose che hanno già diramato le proprie circolari (Abruzzo, LiguriaEmilia-RomagnaMarcheCalabriaBasilicataToscanaCampania, Veneto e Lazio) e quelle che invece non lo hanno ancora fatto.

La situazione poi è resa ancora più caotica dal fatto che tra i vari Comuni costieri, ci sono delle differenze tra i funzionari che applicano la legge con celerità e altri che invece si oppongono inspiegabilmente.

In ogni caso, nel video spieghiamo che cosa può fare un imprenditore balneare per ottenere subito il suo titolo fino al 2033, al netto di queste differenze.

© Riproduzione Riservata

Alex Giuzio

Dal 2008 è giornalista specializzato in economia turistica e questioni ambientali e normative legate al mare e alle coste. Ha pubblicato "La linea fragile", un saggio sui problemi ecologici delle coste italiane (Edizioni dell'Asino, 2022), e ha curato il volume "Critica del turismo" (Grifo Edizioni 2023).
Seguilo sui social: