Attualità Cna Balneari Sindacati e associazioni

Una petizione per difendere le imprese balneari italiane

L'ha lanciata Cna Balneatori, invitando i balneari di tutta Italia a compilarla online.

Cna Balneatori lancia una petizione per difendere il diritto di esistere di 30 mila imprese balneari italiane. Tutti i balneari possono compilarla online: più firme si raccoglieranno, più il testo avrà forza ed efficacia.

Sono quattro le richieste della petizione, rivolte direttamente al governo e al parlamento italiano:

  1. Concedere una congrua proroga alle imprese balneari, da inserire già in legge di Stabilità.
  2. Equilibrare i canoni demaniali, soprattutto per risolvere il problema dei pertinenziali.
  3. Portare avanti la trattativa con la Commissione europea per riconoscere la specificità delle imprese balneari italiane.
  4. Varare la riforma delle concessioni balneari introducendo il "doppio binario" (aste solo per le nuove concessioni e periodo transitorio per le imprese esistenti).

Il testo integrale della petizione è disponibile cliccando qui. Al termine del testo si trova il form da compilare: richiede solo pochi secondi ed è di fondamentale importanza.

Gli imprenditori balneari sono invitati a contribuire firmando la petizione entro il 3 dicembre, data dell’udienza dibattimentale che porterà alla sentenza della Corte di giustizia europea sulla validità della proroga al 2020.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: