Attualità

Spiagge, G20: “2023 anno record, status città balneare sempre più vicino”

I maggiori Comuni turistici balneari si apprestano a stabilire un nuovo primato di presenze

Secondo le previsioni di Demoskopika, nel 2023 le presenze turistiche in Italia dovrebbero aumentare del 12,2% rispetto all’anno passato, arrivando alla cifra di 442 milioni di pernottamenti. Di questi una parte non certo trascurabile, ovvero il 17% per oltre 75 milioni, dovrebbe essere spalmata sulle 26 città del network G20 Spiagge, l’associazione tra le città del mare con oltre un milione di pernottamenti: si tratta di Alghero, Arzachena, Bellaria Igea Marina, Bibbona, Caorle, Castiglione della Pescaia, Cattolica, Cavallino Treporti, Cervia, Cesenatico, Chioggia, Comacchio, Forio, Grado, Grosseto, Ischia, Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Orbetello, Riccione, Rosolina, San Michele al Tagliamento, San Vincenzo, Sorrento, Taormina, Viareggio e Vieste.

«Da aprile alla fine di ottobre, la stagione delle vacanze in questo settore turistico produrrà un risultato superiore a quello ottenuto nei migliori anni passati», afferma una nota del G20 Spiagge. «Sarà una grande opportunità per un comparto che ha pagato duramente il biennio della pandemia e che ancora non è riuscito a tornare ai livelli del 2019: quest’anno, pare, li supererà di slancio stabilendo un nuovo primato. Il richiamo di sole-spiaggia-mare non rimane inascoltato: già dal 1° aprile, come nel corso delle prossime settimane, grazie alle attuali condizioni atmosferiche e alle previsioni estive, l’occupazione turistica è in deciso aumento».

Sarà insomma una stagione da record, e questo rende ancora più indispensabile l’attuazione dello status di città balneare, al quale il network G20 Spiagge sta lavorando da tempo. Afferma a questo proposito Roberta Nesto, sindaca di Cavallino Treporti e coordinatrice nazionale del G20 Spiagge: «Siamo arrivati a un punto decisivo della proposta di legge che stiamo seguendo da alcuni anni. Le interlocuzioni con il ministro del turismo Daniela Santanché e il suo staff stanno producendo un’accelerazione e contiamo di avere dei risultati a partire dalla prossima stagione. Un’intensa discussione ci sta portando a strutturare soluzioni veramente utili per tutti i nostri Comuni, con particolare attenzione ai cittadini residenti e alla sostenibilità dell’offerta turistica».

Che cos’è lo status di città balneare

Secondo la proposta del G20 Spiagge, lo “status di città balneare” si articolerà in una serie di regole amministrative consentite ai soli Comuni rivieraschi che rispondano a criteri precisi in termini di presenze e percentuale di posti letto per abitante e che generano un tasso di pressione turistica rilevante. I comuni del G20 Spiagge sommano il 16% dei posti letto presenti nel nostro paese e realizzano il 17% del totale delle presenze turistiche: questo dato viene raggiunto in soli cinque mesi di attività, ovvero durante l’estate, generando problemi di congestione e insufficienza di servizi essenziali come per esempio la sanità e le forze dell’ordine, rispetto ai quali gli stanziamenti statali vengono calcolati sulla base dei residenti e non degli ospiti temporanei.

La prossima edizione del summit G20 Spiagge

L’appuntamento annuale del network G20 Spiagge, che vedrà impegnate le delegazioni di tutti i 26 Comuni guidate dai sindaci, si terrà dal 3 al 5 maggio ad Arzachena. «Nel 2022 la destinazione Arzachena, con i suoi borghi di Porto Cervo, Cannigione e Baja Sardinia, ha raggiunto i livelli di presenze del periodo pre-covid», sottolinea Roberto Ragnedda, sindaco del Comune di Arzachena. «Quest’anno, forti delle previsioni di crescita stimate e dei primi segnali registrati dagli operatori, supereremo il dato. Ma grandi numeri significano grande impegno e responsabilità, che impongono agli enti locali molteplici adempimenti per garantire alti livelli di qualità dei servizi offerti per il benessere dei turisti e dei nostri cittadini. Per questo, contiamo su un celere iter di approvazione della proposta di legge per il riconoscimento dello status di città balneare. Speriamo di sentire dalla voce del ministro Santanché novità concrete durante il summit che ospiteremo nei prossimi giorni».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: