Confartigianato Imprese Demaniali Emilia-Romagna

Soddisfazione di Confartigianato per il risultato raggiunto con la delibera del Comune di Cervia

Il presidente nazionale di Confartigianato Imprese Demaniali Mauro Vanni si è congratulato con i rappresentanti locali Alessandro Castagnoli e Gianluca Petrucci per l’iniziativa sindacale promossa al fine di mantenere alta l’attenzione sulle dinamiche locali che coinvolgono i balneari cervesi. «Da sempre Confartigianato Imprese Demaniali promuove il confronto tra le amministrazioni pubbliche e tutte le rappresentanze sindacali al fine di tutelare le specifiche realtà degli imprenditori», sottolinea una nota dell’associazione. «Un risultato di chiarezza, per i balneari di Cervia, raggiunto grazie al lavoro di squadra tra le organizzazioni imprenditoriali e l’amministrazione comunale».

«Negli ultimi giorni – prosegue la nota – la questione Bolkestein a Cervia è stata al centro di dibattiti e dichiarazioni controverse, per cui Confartigianato Imprese Demaniali ritiene sia essenziale fare chiarezza sui fatti e fornire una ricostruzione accurata degli avvenimenti». Il 15 febbraio scorso, infatti, il Comune di Cervia ha convocato le associazioni di categoria e la Cooperativa bagnini di Cervia per un tavolo di confronto sul tema delle concessioni demaniali, nel corso del quale sono emersi alcuni elementi cruciali relativi alle future evidenze pubbliche per i titoli demaniali. A seguito dell’incontro, le organizzazioni imprenditoriali di rappresentanza della categoria hanno approfondito la proposta coinvolgendo gli associati, oltre a esperti e giuristi del settore. Da ciò è nato un costruttivo confronto con l’amministrazione comunale di Cervia, che ha portato a un’importante integrazione della delibera di fine anno.

«Come Confartigianato Imprese Demaniali, abbiamo ribadito che la concertazione deve basarsi su trasparenza e collaborazione. Nessuno può pensare di avere la soluzione definitiva in assenza di un quadro giuridico completo e in linea con le normative nazionali regionali ed europee, evidenziando inoltre che se tale approccio verrà perseguito, garantirà stabilità e ridurrà il rischio di ricorsi», sottolinea Giovanni Rocchi, responsabile imprese demaniali di Confartigianato della provincia di Ravenna. «Questa azione di dialogo costruttivo con l’amministrazione comunale di Cervia ha evitato la presentazione di ricorsi da parte degli imprenditori. Per Confartigianato Imprese Demaniali è importante notare come anche in altri territori limitrofi il lavoro di squadra tra i sindacati di categoria e amministrazione comunale abbia permesso di evitare divisioni tra gli operatori economici. L’esperienza cervese dimostra che il confronto e la collaborazione tra tutte le parti in causa porta a trovare soluzioni che, anziché dividere, uniscono e ottengono l’obiettivo di valorizzare soluzioni utili per l’intera categoria dei balneari».

© Riproduzione Riservata