Sardegna

Sardegna, Tar blocca costruzione piattaforma galleggiante in mare

La struttura di 600 mq avrebbe dovuto sorgere al largo di Arzachena, ma il tribunale ha dato ragione al Comune che si opponeva all'installazione

Il giudice ha deciso: la grande pedana galleggiante al largo di Arzachena non potrà essere costruita. Il Tar Sardegna ha infatti respinto il ricorso della società Montecorru srl, che si era opposta al rifiuto del Comune di Arzachena di installare una piattaforma galleggiante di 600 metri quadri nel mare antistante a La Conia per la posa di sdraio e ombrelloni.

«La vicenda ha inizio nel 2019 – spiega La Nuova Sardegna – quando la Montecorru srl, proprietaria di un albergo a Cannigione, aveva ottenuto tutti i permessi per realizzare una pedana galleggiante antistante il litorale di La Conia, nel punto in cui oggi è situato una sorta di belvedere corredato da attrezzi per il fitness. Secondo il progetto la pedana avrebbe potuto ospitare 50 ombrelloni e 100 lettini, ma l’ufficio Tutela del paesaggio del Comune di Arzachena avrebbe subordinato il progetto ad alcune condizioni, soprattutto al ridimensionamento della stessa pedana fino a 240 metri quadri “al fine di garantire un coerente e armonioso inserimento nel contesto e ridurre l’impatto visivo dell’opera”, come si legge nelle motivazioni dell’ufficio».

La Montecorru aveva fatto ricorso contro la decisione del Comune, sostenendo che il mare non sarebbe soggetto ai vincoli paesaggistici, e il contenzioso si è chiuso con la decisione del Tar a favore dell’amministrazione di Arzachena. Secondo i giudici, il mare è soggetto alla tutela paesaggistica e oltretutto il manufatto avrebbe dovuto poggiarsi anche sulla costa, andando così a modificare il panorama.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Avatar

    Sempre solo per scassare le palle a chi è pronto ad investire….strutture del genere esistono in tutto il mondo da piu’ di 20 anni !!!!

  2. Avatar
    Gianfranco Cardosi says:

    Gianfranco Cardosi
    E’ possibile veder pubblicati gli estremi della sentenza – numero , data e Sezione del Tar che l’ha emessa – per poterla consultare integralmente? Grazie.

  3. Avatar

    Arzachena rimetterà a bando i concessionari e vista la sintonia con l’amministrazione sicuramente il comune avrà un occhio di riguardo per il concessionario uscente! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *