Attualità

Santanché: “Governo non ha cambiato idea su balneari”

La ministra del turismo: "Avanti con mappatura per far capire all'Ue che non c'è scarsità del bene"

«Il governo sta facendo tutto quello che si può fare per tutelare oltre trentamila stabilimenti balneari, molti dei quali sono portati avanti da famiglie per le quali la gestione costituisce il reddito prevalente. Voglio dare una certezza a chi fa questo lavoro: noi non abbiamo cambiato idea sulla loro importanza e sul valore che danno al turismo balneare». Lo ha detto ieri la ministra del turismo Daniela Santanchè, rispondendo alle domande dei giornalisti durante un’iniziativa elettorale di Fratelli d’Italia a Pisa per sostenere il sindaco Michele Conti, candidato del centrodestra per il secondo mandato.

«Quella sui balneari non è una mia delega – ha precisato Santanchè – ma non mi sottraggo nel dare risposta. Nell’ultima sentenza della Corte di giustizia europea si dice che non c’è una scarsità di risorse, per cui bisogna andare avanti con la mappatura».

«Il nostro governo intende andare avanti e trattare con l’Europa per far capire che l’Italia è una penisola, ha 8000 chilometri di coste e non c’è la scarsità del bene», ha concluso la ministra. «Crediamo che il nostro ministro Fitto possa portare a casa una soluzione che sia soddisfacente per salvaguardare queste attività».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: