Attualità Lazio Notizie locali

Roma, rissa in consiglio comunale per le concessioni demaniali

Il Pd di Ostia teme le infiltrazioni mafiose nell'appalto delle spiagge: la tensione si traduce in offese e calci

di Alex Giuzio

Se in Italia le concessioni demaniali fanno discutere, in Lazio fanno addirittura fare a botte. Nel corso del consiglio comunale tenuto lo scorso martedì nell’aula consiliare del XIII Municipio di Ostia, due consiglieri si sono prima offesi verbalmente, poi addirittura picchiati. La scena è stata ripresa dalle telecamente di Ostia Tv e sta impazzando sul web, soprattutto tra i balneari che se la ridono a vedere fino a che punto arrivino i politici nelle discussioni sull’affidamento delle concessioni demaniali.

Martedì il consiglio comunale di Ostia stava infatti discutendo il bando per l’affidamento delle spiagge libere della città balneare a pochi chilometri da Roma. Già il venerdì precedente era stato pubblicato il bando di concorso per l’assegnazione di dieci lotti di spiaggia libera compresi tra Ostia Ponente e Ostia Levante, e visto il tema caldo, i consiglieri già si aspettavano qualche tono un po’ più alto del solito. Ma di sicuro nessuno ha previsto la brutta figura fatta da Pier Francesco Marchesi (Pdl) e Paolo Orneli (Pd).

Nel corso della discussione i due consiglieri si sono avvicinati e hanno cominciato a offendersi, finché il consigliere comunale del Pdl ha mollato un calcio a quello del Pd. Gesto brutto ma non particolarmente violento, come si nota dalle riprese televisive. Ma il consigliere del Pd ha fatto una scenata degna del più finto calciatore, buttandosi a terra e cominciando a urlare di dolore; addirittura accusando il collega del Pdl di avergli rotto un piede.

Ma la scena non è stata recitata bene, tant’è che gli altri consiglieri presenti non sono riusciti a trattenere le risate per l’esagerazione di Orneli, il quale dopo un po’ si è rialzato e si è rimesso tranquillamente a sedere.

Orneli ha successivamente spiegato i motivi della tensione provocata dall’affidamento delle concessioni demaniali: da tempo, il Pd romano teme le infiltrazioni mafiose negli appalti delle spiagge della città. Un pericolo che dunque si rivela tangibile, e che deve essere considerato all’interno del dibattito nazionale, e soprattutto dall’Unione Europea che con la direttiva Bolkestein ha imposto la messa all’asta delle spiagge di tutta Italia.

Dopo la ‘rissa’, i consiglieri del Pd di Ostia hanno occupato il consiglio comunale, e tuttora si trovano lì, ormai da due giorni e due notti. Nelle intenzioni dei consiglieri del Pd, la spiaggia deve rimanere libera e a disposizione dei cittadini, senza alcun appalto a imprese private: l’occupazione dell’aula consiliare vuole proprio diffondere questa idea.

Qui sotto, il video della rissa tra i consiglieri Marchesi e Orneli ripreso da Ostia Tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.