Attualità Emilia-Romagna Notizie locali

Rimini, shopping in spiaggia con l’ordinanza balneare 2016

Da quest'anno gli stabilimenti balneari potranno vendere il proprio merchandising: un deterrente per gli abusivi, ma anche una nuova occasione di guadagno.

L’estate è alle porte e dal Comune di Rimini sono state applicate delle importanti novità all’ordinanza di balneazione. Così si legge infatti nel testo appena pubblicato: "Ai concessionari di stabilimento balneare e di bar-ristorante è consentita l’attività di merchandising nelle forme e secondo le modalità stabilite da un’apposita disciplina da emanarsi a cura dell’amministrazione comunale. L’attività (di vendita) potrà essere svolta esclusivamente dai concessionari espressamente autorizzati".

Ciò significa che negli stabilimenti balneari sarà possibile acquistare gadget, magliette, teli da mare, ciabatte e quant’altro, previa richiesta all’amministrazione ovviamente, che, una volta dato l’ok, concede ai bagnini anche questa forma di commercio, chiaramente un deterrente per gli abusivi ma anche una nuova occasione di profitti per le imprese balneari.

Significativi i progressi anche in favore dei disabili. La nuova ordinanza prevede infatti l’obbligo per i titolari degli stabilimenti balneari di agevolare con mezzi idonei l’utilizzo della spiaggia e della balneazione alle persone disabili.

Per il resto, l’ordinanza balneare di Rimini conferma le ordinarie disposizioni. Come sempre la stagione balneare è compresa tra il 25 marzo e il 30 ottobre anche per il 2016, mentre l’attività balneare vera e propria deve avere inizio non oltre l’ultimo fine settimana (sabato e domenica) di maggio e terminare non prima del secondo fine settimana di settembre (sabato e domenica) . Le eventuali ulteriori aperture degli stabilimenti balneari, previste in periodi antecedenti o successivi, possono essere formalmente riconosciute con ordinanze integrative del Comune per elioterapia, attività sportive, culturali, ludiche, di intrattenimento e per tutto quanto attiene le rispettive licenze commerciali.

L’ordinanza disciplina inoltre i divieti, le concessioni, le attività sulla spiaggia, gli orari,i  servizi igienici, la manutenzione delle strutture oltre che il servizio di salvataggio e di sicurezza.

fonte: Altarimini

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: