Calabria

Piani spiaggia Calabria, Regione dà supporto a Comuni

Il 50% delle amministrazioni locali non ha ancora approvato un piano per la gestione del demanio marittimo

La giunta della Regione Calabria, su proposta del presidente Roberto Occhiuto, ha stabilito di disporre interventi di supporto ai Comuni costieri per l’approvazione dei Piani comunali delle spiagge. La decisione è stata presa nel corso della seduta dello scorso mercoledì 5 giugno. Da una recente ricognizione effettuata dal dipartimento regionale al territorio e tutela dell’ambiente, risulta che circa il 50% dei Comuni costieri non è dotato di un piano spiaggia, e per questo la Regione ha deciso di intervenire.

La giunta, scrive in una nota, «riconoscendo l’importanza strategica e il valore ambientale del bene spiaggia come risorsa naturale e turistica fondamentale per la comunità, con una precedente delibera ha dato indicazioni procedurali ai Comuni costieri per la gestione delle concessioni demaniali marittime in vista della prossima stagione estiva. L’obiettivo è anche quello di garantire a tutti i cittadini, attraverso una corretta pianificazione, il diritto al libero uso del bene collettivo spiaggia, riservando alla libera balneazione almeno il 30% dell’arenile, in un’ottica di solidarietà sociale finalizzata alla pubblica fruibilità della risorsa mare, assicurando la conservazione degli ecosistemi costieri, promuovendo un uso responsabile del territorio attraverso iniziative che rispettino i principi di sostenibilità ambientale».

La Regione quindi, nell’ambito delle funzioni di indirizzo generale e di verifica dello stato di attuazione della programmazione regionale, «intende fornire una concreta collaborazione a favore delle amministrazioni comunali delegate alla gestione delle aree demaniali marittime nella fase di predisposizione degli atti e nel complesso iter di approvazione dei Piani comunali della spiaggia (Pcs) e/o del loro adeguamento. Pertanto, l’atto deliberativo approvato prevede un intervento di sostegno a favore delle amministrazioni comunali, delegate all’esercizio dei compiti riguardanti la gestione delle aree demaniali marittime, nella predisposizione degli atti finalizzati all’approvazione dei Piani spiaggia. I Comuni dovranno avviare le procedure di rispettiva competenza volte all’approvazione e all’aggiornamento dei Pcs. Se intendono aderire all’iniziativa della giunta potranno richiedere il supporto con istanza da presentare al competente dipartimento regionale al territorio e alla tutela dell’ambiente, sulla base di apposita manifestazione d’interesse per individuare il fabbisogno necessario».

I Comuni che non intendono partecipare, spiega in conclusione la nota della Regione, «dovranno invece procedere autonomamente all’approvazione del Pcs nei termini stabiliti dal cronoprogramma delle attività previsto nella delibera. Il mancato rispetto dei termini di approvazione sarà considerato inadempimento e comporterà l’intervento sostitutivo della Regione con conseguente nomina di un commissario ad acta».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: