Lazio Sib-Confcommercio

Ostia, Sib: ‘Bene le verifiche sulle spiagge libere’

Borgo: "Grazie agli imprenditori balneari 'Fiduciari dello Stato' stabilità, qualità dei servizi e nessuna corruzione".

«Apprezziamo ancora una volta il lavoro svolto da Raffaele Cantone, presidente Anac». Lo afferma Riccardo Borgo, presidente del Sindacato Italiano Balneari aderente a Fipe-Confcommercio, il quale ha evidenziato come la gestione delle spiagge libere di Ostia (soggette a un periodico rinnovo dell’affidamento tramite procedure di evidenza pubblica) hanno creato, di fatto, i presupposti per favoritismi, corruzione e clientelismo, oggi sempre più evidenti grazie alle verifiche del Commissario Prefettizio del X Municipio Domenico Vulpiani.

«Valutiamo molto positivamente gli accertamenti fino a oggi effettuati, che hanno coinvolto anche le nostre strutture – conclude Borgo – i quali costituiscono la riprova che il sistema italiano teso a mantenere agli stessi soggetti le concessioni demaniali marittime (i cosiddetti ‘Fiduciari dello Stato’) ha prodotto stabilità e qualità dei servizi, ma soprattutto ha garantito, salve rare eccezioni che sono già state individuate, che la corruzione restasse al di fuori del comparto balneare».

© Riproduzione Riservata

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social: