Federbalneari Lazio

Nasce Federbalneari Laghi, per il sostegno del turismo lacuale in Lazio

L'associazione è stata presentata oggi a Civitavecchia e costituirà una cabina di regia insieme ai Comuni lacuali e all'Ente Parco del Lago di Bracciano

È stata presentata oggi Federbalneari Laghi, la nuova associazione di categoria nata con l’obiettivo di sostenere, incentivare e valorizzare il turismo lacuale del Lazio. La presentazione è avvenuta durante la tavola rotonda “Sviluppo turistico dei laghi più belli del Lazio”, che si è svolta presso la sala del Comitato di gestione portuale dell’Adsp Mar Tirreno centro-settentrionale, al porto commerciale di Civitavecchia, ed è stata l’occasione per fare il punto sul PUA degli arenili dei laghi e la relativa proposta di Federbalneari Laghi sulla programmazione strategica e pianificazione attuativa, il recupero e la valorizzazione degli arenili e sulle linee programmatiche di sviluppo e di accordo quadro con gli altri Comuni; nonché sull’agenda del turismo dei laghi e sul piano generale di sviluppo turistico dei laghi del Lazio.

Tra gli obiettivi della neonata associazione ci sono la promozione del turismo lacuale attraverso l’individuazione, in maniera chiara, degli spazi ove devono essere localizzate e strutture ricettive mediante un processo pianificatorio in stretta correlazione con l’ambiente naturale circostante; la messa a punto di una snella e trasparente modalità per il rilascio delle concessioni demaniali; il potenziamento della viabilità sostenibile e il potenziamento delle infrastrutture, supporto irrinunciabile per lo sviluppo delle aree balneari del lago, e la creazione di nodi di interconnessione tra l’hinterland e i luoghi di attrazione turistica; il potenziamento delle strutture ricettive ecocompatibili (albergo di campagna, glampling e bungalow) e la realizzazione di percorsi ciclo-pedonali di collegamento con la viabilità principale e con i siti di balneazione. La volontà di Federbalneari Laghi è quella di «permettere, nelle vicinanze dei siti di interesse culturale principali, lo sviluppo di una viva rete di servizi turistici quali ristoranti, lounge bar, empori prodotti artigianali, degustazione prodotti locali di eccellenza, da gestire secondo moderne strategie di marketing in grado di favorire e incentivare il turismo lacuale del Lazio».

«Le riflessioni e le proposte avanzate dai partecipanti alla riunione odierna organizzata da Federbalneari Laghi hanno arricchito e delineato bene la nuova sfida che il nostro lago deve raccogliere, una sfida avvincente per sostenere e valorizzare la vocazione turistica lacuale», ha dichiarato Luca Galloni, vicesindaco di Trevignano. «Fare rete di sistema nelle azioni comuni è il fattore in più che insieme alle amministrazioni di Bracciano e Anguillara e all’Ente Parco abbiamo già sperimentato positivamente e ora, grazie a Federbalneari, con l’avvio di una cabina di regia permanente su temi specifici si potrà avere uno strumento in più di programmazione e di sostegno sicuramente efficace. I temi sollevati oggi circa la necessità di affrontare velocemente e con una visione innovativa la necessità di progettare e adottare i Piani di utilizzo degli arenili con una lente omogenea e di complesso sul lago di Bracciano credo sia il primo passo con il quale iniziare un cammino comune tra istituzioni e operatori dell’indotto turistico dei nostri territori. Nell’epoca del cambio di paradigma sulla domanda turistica, che si sposta molto verso i soggiorni di carattere esperenziale privilegiando le aree naturali protette, noi abbiamo l’obbligo di adeguare norme e procedure al cambiamento per soddisfare e intercettare nuovi flussi turistici rispettosi e amanti di contesti naturalistici come il nostro. L’iniziativa di oggi va perciò salutata con grande favore».

giochi festopolis

Per il presidente di Federbalneari Laghi Livia Braghetta, «l’incontro di oggi è stato molto soddisfacente. Grazie alla grandissima disponibilità dimostrata dagli amministratori degli enti pubblici invitati abbiamo avviato il percorso di riqualificazione dei laghi di Bracciano, Trevignano e Anguillara posto come obiettivo per i prossimi anni».

Anche secondo Alessandro d’Achille, assessore all’urbanistica del Comune di Bracciano, «l’incontro è stato molto positivo. Infatti, si sono delineate le linee guide per creare un importate cabina di regia tra Federbaleari, Ente Parco e i Comuni lacustri, che programmaticamente e fattivamente potrà essere quel fondamentale strumento per dare un decisivo sviluppo alle aree balneari del lago di Bracciano e al suo turismo».

Infine, così il presidente di Federbalneari Lazio Marco Maurelli: «Bene il lavoro di interlocuzione, programmazione e sviluppo avviato dalla nostra federazione dei laghi e mi congratulo con la presidente Livia Braghetta. Ora subito al lavoro per dare seguito ai contenuti della cabina di regia dei laghi, utilissimo strumento di sviluppo e rilancio del turismo lacuale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Federbalneari Italia

Federbalneari Italia è un'associazione di categoria che riunisce le imprese del turismo balneare italiano.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *