Emilia-Romagna Porti e ormeggi

Marina di Ravenna, nuovi pontili galleggianti per ormeggiare gli yacht

Firmata la concessione a favore dei quattro circoli velici della località, uniti in un'associazione temporanea di concorrenti

Il porto di Marina di Ravenna diventa sempre più accogliente per gli yacht. È stato infatti firmato nei giorni scorsi il contratto per la concessione, ai quattro circoli velici ravennati uniti in un’associazione temporanea di concorrenti, per l’uso dello specchio d’acqua di fronte al faro con una destinazione legata alla nautica da diporto. Si tratta di un’area particolarmente interessante, che dopo i lavori che hanno interessato tutto il porto ravennate, era utilizzata solo parzialmente, e sulla quale da tempo le istituzioni ravennati e i circoli nautici che vi si affacciano avevano espresso il desiderio di utilizzarla a questo scopo.

Il capofila dell’operazione è stato il Circolo Velico Ravennate, con il presidente Matteo Plazzi che ha lavorato con Ravenna Yacht Club (presidente Maurizio Guglielmo), Marinando (presidente Sante Ghirardi) e Marinando 2.0 (presidente Francesco Pontone), costituendo un’associazione temporanea di concorrenti per partecipare uniti al bando per la concessione dell’area.

Nei prossimi mesi lo specchio d’acqua sarà allestito con dei pontili galleggianti che potranno ospitare le imbarcazioni, e che potranno essere considerati la vetrina del diporto e della vela ravennate. Peraltro, i pontili saranno privi di barriere architettoniche e attrezzati con strumentazione di sollevamento, al fine di rendere più accessibile l’imbarco.

Con il nuovo assetto, questo specchio d’acqua potrà essere il cuore delle manifestazioni sportive e culturali che i circoli velici ravennati organizzano durante tutto l’arco dell’anno; ma lo scopo è anche quello di diventare un punto di riferimento anche per il turismo nautico accessibile.

Commenta l’ingegnere Giovanni Ceccarelli, progettista delle nuove opere: «Questo progetto completa l’ultimo specchio di acqua libero all’interno del porto turistico di Marina di Ravenna, e ha richiesto una progettazione esecutiva che è il frutto di un lungo processo partecipativo di affinamento tra i vari partecipanti all’associazione temporanea di concorrenti».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: