Attualità

“Marcia sul parlamento”: i balneari insieme a tassisti, ambulanti e altre categorie contro il governo Draghi

La manifestazione è stata convocata per il 15 settembre a Roma

Balneari, tassisti, ambulanti, autotrasportatori, guide turistiche, imprenditori edili, pescatori, partite Iva, ormeggiatori, agricoltori e allevatori tutti insieme in piazza per protestare contro il governo Draghi. La manifestazione si terrà il 15 settembre a Roma ed è stata organizzata da varie associazioni di categoria che però, in nome dell’unità d’intenti, hanno deciso di non esporre i loro loghi.

Il nome della manifestazione è “Marcia sul parlamento” e, spiegano gli organizzatori, «si tratterà di un’iniziativa pacifica e con l’intento di far capire al “sistema Draghi” che con le attuali azioni politiche si sta devastando e svendendo l’Italia. Sarà una marcia senza bandiere sindacali e senza colori di partito e saranno vietati bandiere e interventi da parte di politici di qualunque schieramento».

«Per la prima volta nella storia, undici categorie si uniscono per manifestare una situazione drammatica nel nostro paese generata dalle politiche contro le famiglie di lavoratori di tutti i settori produttivi. Questa sarà solo la prima di una lunga serie di azioni eclatanti che porteremo a compimento a breve», afferma Claudio Maurelli, tra gli organizzatori dell’iniziativa. «Che nessuno provi a strumentalizzare o ad aggiudicarsi meriti, stavolta non sarebbe più tollerabile. I sindacati hanno fallito con la prima manifestazione di marzo, in cui non si è ottenuto nulla se non un carosello di politici e un’accelerazione sul’emendamento “ammazza balneari”».

Conclude Maurelli: «Io e altri colleghi ci siamo spogliati delle cariche di presidenti di associazioni, perché capiamo benissimo la situazione delle categorie. Altri non vogliono farlo? Se ne assumeranno le responsabilità davanti alle famiglie. Non è il momento delle bandiere e delle tessere, ma di salvare il comparto balneare. A noi non interessa una carica politica né avere nuovi iscritti. Se mi comportassi così, non riuscirei ad andare a dormire sereno. Svegliamoci e scendiamo tutti in piazza il 15 settembre. È ora di agire».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: