Attualità Cna Balneari

Legge bilancio 2019, gli emendamenti Cna per salvare i balneari

Il sindacato ha veicolato tre proposte che chiedono l'esclusione dalla Bolkestein, il legittimo affidamento e il superamento dei canoni Omi.

Cna Balneatori ha veicolato le sue proposte emendative per la tutela del comparto balneare nella legge di bilancio 2019. Le tre proposte, curate dall’ufficio legislativo e relazioni istituzionali di Cna, «rispecchiano i contenuti nel documento sindacale approvato in assemblea nazionale a Rimini lo scorso 11 ottobre – spiega il coordinatore di Cna Balneatori Cristiano Tomei – e sono in linea con la risoluzione approvata dal parlamento italiano (“Risoluzione sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio dei ministri in vista del Consiglio Europeo del 28 e 29 giugno 2018”) in cui si impegna l’esecutivo a sostenere soluzioni eque ed efficaci per una corretta interpretazione della direttiva Bolkestein».

Esclusione dalla Bolkesten

La prima proposta emendativa chiede l’esclusione dall’applicazione della direttiva europea Servizi (cd. Bolkestein) attraverso la modifica dell’art. 7 del Dlgs 59/2010 ricomprendendo nel perimetro di non applicazione delle procedure comparative (aste ed evidenze pubbliche) le attuali concessioni demaniali marittime.

Legittimo affidamento e ”no alle aste”

La seconda proposta emendativa chiede l’avvio della procedura di verifica e certificazione della disponibilità, in ambito nazionale, della risorsa demaniale marittima per la non applicazione alle attuali imprese balneari dell’art.12 della direttiva Servizi e quindi, non applicazione di procedure comparative (aste ed evidenze pubbliche); la tutela del legittimo affidamento e la continuità aziendale con una durata della concessione non inferiore a 30 anni; la programmazione di nuove iniziative imprenditoriali su aree disponibili in ambito nazionale.

Superamento dei canoni Omi

La terza proposta emendativa chiede il superamento dei valori Omi per il calcolo del canone delle concessioni demaniali cd. pertinenziali, al fine di rendere il pagamento sostenibile da parte di centinaia di imprese del settore balneare i cui canoni sono diventati esorbitanti.

Gli emendamenti integrali

Per leggere i testi integrali degli emendamenti proposti da Cna Balneatori, clicca qui (pdf, tre pagine).

© Riproduzione Riservata

Cna Balneari

Cna Balneari è la sezione di Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa) che associa i titolari di stabilimenti balneari.
Seguilo sui social: