Attualità Lazio Notizie locali

Lazio, Zingaretti contro i balneari: ‘Metà delle spiagge sarà libero’

Il governatore annuncia il nuovo regolamento sul demanio marittimo che intende eliminare molti stabilimenti balneari.

Sembra che il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti voglia cacciare gli imprenditori balneari dal litorale laziale. Così, almeno, si interpreta la dichiarazione che il governatore ha rilasciato ieri, nel corso della presentazione del piano di rimodulazione degli interventi del Programma di Recupero Urbano di Acilia e Dragona.

«Entro gennaio approveremo il regolamento attuativo per la nuova disciplina del demanio marittimo», ha detto Zingaretti. «Il nuovo regolamento garantirà la pubblica fruizione di almeno il 50% delle spiagge, eliminerà il rinnovo automatico delle concessioni – che è stato uno dei temi più controversi – e introdurrà il principio di trasparenza nelle concessioni».

Se la battaglia contro l’illegalità sulla spiaggia è sacrosanta in una regione che si è dimostrata molto colpita dalle infiltrazioni malavitose negli stabilimenti balneari, danneggiando l’immagine della categoria a livello nazionale, dall’altra parte, la volontà di rendere il 50% di spiagge libere significa indubbiamente eliminare qualche stabilimento balneare, e questa scelta appare quantomeno discutibile. Ma sembra che Zingaretti non veda l’ora: secondo il governatore, infatti, il rinnovo automatico delle concessioni è stato "uno dei temi più controversi", seppure sia stato ormai abolito dal governo Monti.

Al contrario dei presidenti di altre regioni, che stanno cercando di fare fronte comune per salvaguardare gli imprenditori balneari minacciati da una direttiva europea che vuole espropriare le loro aziende, con la sua dichiarazione Zingaretti sembra allinearsi alle volontà europee e italiane di eliminare gli attuali stabilimenti balneari. Se poi in questa regione saranno così bravi da rendere le spiagge libere, oppure se l’ingresso di nuovi e potenti gruppi economici prenderà il sopravvento, si potrà sapere solo tra qualche anno. A meno che gli imprenditori balneari non diano battaglia.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: