Ambiente Lazio Notizie locali

Lazio, in avvio un maxi progetto per la tutela delle coste

L'annuncio dell'assessore regionale all'ambiente, Fabio Refrigeri: 'Delibera di giunta entro settembre'

di Fabio Refrigeri

La Regione Lazio sarà capofila di un progetto europeo per la difesa delle coste. Questa è la nostra partecipazione alla “Carta di Bologna” e a un programma di finanziamenti per la difesa e la manutenzione pluriennale dei litorali. Stiamo parlando di un progetto complessivo che ammonta a 600 milioni di euro per le coste del Mediterraneo.

La Regione Lazio ha deciso di convocare per il 20 maggio 2013 i ventiquattro comuni costieri e insulari della regione, le autorità competenti e i portatori di interesse come le associazioni dei balneari, per fare il punto della situazione e prospettare la road-map regionale che vedrà l’avvio di una serie di tavoli tecnici e la predisposizione a riguardo di una delibera di giunta programmatica entro settembre 2013.

Per quanto riguarda i lavori già avviati, questi verranno portati a termine compatibilmente con la stagione balneare di fatto già iniziata, cercando di utilizzare tutte le opportunità di collaborazione con i Comuni litoranei, ma anche con i concessionari come nel caso della Lega Navale di Terracina che si sta impegnando in prima persona nel finanziamento e nella realizzazione di una manutenzione stagionale tra Porto Badino e Foce Sisto di circa 30.000 metri cubi.

Del resto, voglio ricordare che lo strumento normativo rispondente alla Legge Regionale 53/98 permette di affrontare molte problematiche inerenti la difesa costiera. Non di meno verranno utilizzate tecniche innovative come la concessione di servizi, che auspico vedrà il settore privato sia pienamente partecipe e coinvolto in programmi pluriennali di protezione e manutenzione delle coste.

Fabio Refrigeri (assessore all’ambiente della Regione Lazio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.