Liguria

La Brexit dei balneari liguri: bandiere inglesi issate su tutti gli stabilimenti

L'iniziativa di protesta è stata lanciata da Ascom-Confcommercio.

La bandiera inglese issata su tutti gli stabilimenti balneari della Liguria. La sfida arriva in segno di protesta alla recente sentenza della Corte di giustizia europea contro la proroga al 2020 delle concessioni, e ricorda un po’ quella di alcune estati fa, quando tanti balneari in tutta Italia avevano esposto invece la bandiera spagnola dopo che il paese iberico aveva prorogato di 30 anni le concessioni balneari, proprio mentre l’Italia ne otteneva 5 con fatica (poi subendo addirittura la bocciatura europea arrivata lo scorso 14 luglio).

Questo il comunicato di Ascom-Confcommercio Liguria che motiva la scelta di esporre la bandiera inglese:

Alla luce delle ultime novità da parte della Corte di giustizia europea, gli stabilimenti balneari della Liguria intendono manifestare in maniera palese il proprio disagio issando la bandiera inglese per un periodo di tempo che va dall’1 al 15 agosto. Chiediamo una riforma che definisca il nostro futuro e che contenga alcuni punti fermi, quali il legittimo affidamento, il riconoscimento della proprietà delle imprese (anche se sorgono su suolo pubblico), il doppio binario (evidenze pubbliche immediate per le nuove concessioni e 30 anni di periodo transitorio per le attuali imprese), lo spostamento della linea demaniale (laddove è possibile), il riconoscimento del valore di mercato, la revisione dei canoni demaniali (troppo squilibrati soprattutto per i pertinenziali). Oggi viviamo una situazione di precarietà senza intravedere una minima via d’uscita. Siamo in attesa che il governo ci dia quelle certezze che 30.000 imprese balneari, le loro famiglie e i 100.000 occupati diretti attendono da oltre 7 anni.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: