Campania Notizie locali Sindacati e associazioni

”Indennizzi e legalità: il futuro del comparto balneare”

Resoconto del convegno tenutosi a Capri con la senatrice Saggese, il demanialista Ruggieri e l'avvocato Bocchino.

Lo scorso venerdì 17 giugno si è svolto presso la sala consiliare del Comune di Capri il convegno "La tutela delle specificità territoriale nella riforma del demanio turistico ricreativo". L’incontro, patrocinato dal Comune di Capri, ha visto la presenza del sindaco Giovanni De Martino e dell’assessore al demanio Vincenzo Ruggiero, e tra i relatori la senatrice Angelica Saggese, redattrice del ddl di riforma del comparto, l’ing. Giannicola Ruggieri, uno dei più noti e stimati demanialisti in Italia, e l’avv. Gianluca Bocchino, partner dello Studio legale BM Avvocati. Un contributo determinante alla discussione è stato inoltre fornito da Salvatore Trinchillo, vicepresidente nazionale del Sib, dall’ing. Giuseppe de Angelis, incaricato della redazione del piano coste del Comune di Capri, dall’ing. Graziano Maresca, responsabile del Comune di Piano di Sorrento, e dalla dott.ssa Lorella Iasuozzo, dirigente dell’Ufficio Demanio della Regione Campania.

L’incontro si è distinto per la partecipazione di numerosi operatori balneari provenienti da tutta la Regione, segnando un punto di svolta nel dibattito che ha contraddistinto negli ultimi tempi il comparto balneare, con un approccio tecnico del tutto nuovo, teso a definire le linee operative della pubblica amministrazione in vista dell’adozione di procedure comparative. Si è discusso di criteri di valutazione, meccanismi di indennizzo e rating di legalità, con un accento posto in particolar modo sulla necessaria valorizzazione delle specificità locali come imprescindibile strumento di tutela delle aziende balneari italiane.

Condiviso l’obiettivo di enfatizzare in sede di riforma il ruolo che il comparto balneare ha nella valorizzazione e nella crescita delle comunità costiere. In questa direzione lo spunto, partito proprio dal Comune di Capri in rappresentanza delle isole minori italiane, teso a enfatizzare il rischio che dalle procedure di evidenza pubblica possano discendere fenomeni di spopolamento, in particolar modo per quelle comunità la cui sopravvivenza sociale ed economica si regge in molti casi solo ed esclusivamente sul turismo balneare. Uno spunto che ha trovato concordi tutti i protagonisti dell’incontro, che hanno altresì concordato sulla necessità di riportare il dibattito sul piano dei contenuti, accogliendo l’invito degli esperti, dei giuristi ma anche dei rappresentanti delle autorità comunali e regionali, a una dialettica delle parti che tenga conto dei parametri giuridici in cui occorrerà muoversi, con l’obiettivo di fare fronte comune per la soluzione dell’attuale vuoto normativo.

Per tale obiettivo il Comune di Capri si è impegnato a portare in discussione presso la sede Ancim (Associazione nazionale Comuni Isole Minori) l’intera tematica a supporto delle iniziative illustrate dalla senatrice Saggese.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: