Attualità Sib-Confcommercio

Giornata dei balneari, Sib: ”Un successo” – Fotogallery

Oltre a sensibilizzare migliaia di turisti, la mobilitazione ha ottenuto l'appoggio di numerosi politici.

L’obiettivo era sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza degli stabilimenti balneari e sulla minaccia della direttiva europea Bolkestein che apre alle evidenze pubbliche. La “Giornata nazionale dei balneari italiani“, promossa ieri da Sib-Confcommercio negli stabilimenti aderenti all’associazione, si chiude con quello che gli organizzatori definiscono «un successo», rivendicando migliaia di persone informate, decine di politici nazionali e locali che hanno manifestato pubblicamente il loro appoggio, numerosi servizi su giornali e tv e anche tonnellate di buon cibo italiano offerto gratuitamente per accompagnare i piaceri del palato a questa positiva giornata di mobilitazione. L’iniziativa a difesa della balneazione italiana e contro la Bolkestein, «un evento pacato e sereno nelle modalità di svolgimento ma fermo e determinato nei contenuti» – precisa la nota conclusiva del Sib – in molte località è stata infatti arricchita con degustazioni di prodotti tipici della tradizione enogastronomica italiana, a sottolineare anche che la nostra balneazione è una componente essenziale del “Made in Italy”».

«In quasi due secoli di storia è possibile affermare che sia stato creato un elemento peculiare e unico del nostro “Made in Italy”: il turismo balneare», afferma Antonio Capacchione, presidente nazionale del Sib-Confcommercio. «Ciò è stato fatto senza ricevere in concessione opere e strutture, ma solo spiagge brulle, conferendo spesso allo Stato per incameramento i beni immobili edificati da noi stessi e a nostre spese. È ora tempo di dare certezze a queste aziende familiari e tutelare il paese dall’assegnazione dei suoi litorali a chi, dinanzi a una gara per le concessioni, non conoscerà rivali perché avrà capitali inesauribili ove attingere: i fondi delle solite multinazionali o, peggio ancora, le infinite disponibilità della malavita organizzata».

«La nostra categoria non è fatta di capitani d’industria dai forzieri ricolmi – conclude Capacchione – ma di famiglie che traggono il proprio reddito e lavoro dalla loro onesta occupazione. Ieri in ogni angolo d’Italia i balneari hanno fatto sentire al paese la propria voce con orgoglio e determinazione, perché in gioco non c’è solo il proprio avvenire ma, soprattutto, quello delle loro famiglie».

Dalla politica, il sostegno all’iniziativa del Sib è arrivato soprattutto da Forza Italia: i senatori azzurri Licia RonzulliDario Damiani, Massimo Mallegni e Francesco Battistoni si sono fatti ritrarre con la maglietta dell’iniziativa, mentre da Maurizio Gasparri, Deborah Bergamini e Maria Rizzotti sono arrivate delle dichiarazioni a mezzo stampa. In particolare, Gasparri ha esortato il governo a «uscire dall’indecisione e condividere le iniziative di Forza Italia per il superamento della Bolkestein» (vedi dichiarazione completa), a cui fa eco Bergamini: «Oggi, in occasione della “Giornata nazionale dei balneari”, ho partecipato all’iniziativa del Sib per rinnovare il mio impegno al fianco delle oltre 30mila imprese italiane che rischiano di essere cancellate dalla direttiva Bolkestein e da normative farraginose e disordinate che non tengono conto della specificità delle nostre spiagge. Il governo ora faccia la sua parte e consideri una priorità la battaglia per sottrarre all’incertezza migliaia di famiglie italiane, attuando tutte le iniziative necessarie per escludere gli operatori del settore balneare e del commercio ambulante dalla direttiva Bolkestein, sconfessata ad aprile anche dallo stesso commissario europeo che la ideò».

Anche alcuni esponenti del Partito democratico hanno espresso il loro appoggio indossando la maglietta dell’iniziativa insieme al presidente del Sib Emilia-Romagna Simone Battistoni: si tratta del deputato Alberto Pagani, del governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e dell’assessore regionale al turismo Andrea Corsini. Non ci sono invece pervenute manifestazioni di sostegno da parte di esponenti della maggioranza, né Lega né Movimento 5 Stelle.

Riportiamo qui di seguito una selezione di fotografie dagli stabilimenti balneari che hanno partecipato alla mobilitazione. Alcune di queste ci sono state inviate dai balneari alla pagina Instagram di Mondo Balneare e molte altre sono state diffuse dal Sib-Confcommercio su Facebook, dove è possibile sfogliare gli album contententi decine di foto inviate dagli stabilimenti aderenti.

Il presidente nazionale del Sib-Confcommercio Antonio Capacchione (al centro) insieme ai senatori di Forza Italia Licia Ronzulli e Dario Damiani, con le magliette della “Giornata nazionale dei balneari” al lido Moby Dick di Margherita di Savoia.

 

La deputata Deborah Bergamini (Forza Italia) indossa la maglietta della “Giornata dei balneari”.

 

Il presidente regionale del Sib-Confcommercio Emilia-Romagna Simone Battistoni (al centro) insieme al deputato Alberto Pagani (Partito democratico, a sinistra) e all’assessore al turismo dell’Emilia-Romagna Andrea Corsini (a destra), con indosso la maglietta dell’iniziativa.

 

Ancora Battistoni tra il governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini (a sinistra) e il sindaco di Ravenna Michele De Pascale (a destra).

 

Al centro, la senatrice Maria Rizzotti (Forza Italia) al Lido TBeach di Brindisi.

 

Lo staff del Bagno Pardini di Lido di Camaiore, del presidente del Sib Massa Carrara Pier Francesco Pardini (terzo da sinistra), insieme ai senatori di Forza Italia Massimo Mallegni (quarto da sinistra) e Francesco Battistoni (quinto da sinistra).

 

Molte altre foto degli stabilimenti aderenti alla “Giornata nazionale dei balneari italiani” sono disponibili sulla pagina Facebook del Sib-Confcommercio, cliccando qui.

 

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: