Attualità

Il futuro delle spiagge secondo la politica: il dibattito sulle concessioni balneari

Un confronto concreto e approfondito tra i partiti candidati al parlamento

Un dibattito approfondito su tutti i temi che riguardano la riforma delle concessioni balneari, dalle modalità con cui effettuare le procedure selettive al riconoscimento degli indennizzi per i concessionari uscenti, dal riordino dei canoni alla durata dei nuovi titoli. “Il futuro delle spiagge“, organizzato da Mondo Balneare col supporto di Cooperativa Spiagge Ravenna, è stata l’unica iniziativa che ha messo a confronto in maniera equa e concreta le posizioni dei principali partiti candidati al parlamento in vista del voto del prossimo 25 settembre. Tenutosi ieri sera all’Hotel Dante di Cervia, il dibattito è stato trasmesso anche in diretta streaming e dal video qui sopra è possibile riguardarlo.

Hanno partecipato al dibattito Alice Buonguerrieri (Fratelli d’Italia), Marco Croatti (Movimento 5 Stelle), Massimo Mallegni (Forza Italia), Giovanni Paglia (Alleanza Verdi-Sinistra), Paolo Ripamonti (Lega) e Manuela Rontini (Partito democratico). Nei panni del moderatore il caporedattore di Mondo Balneare Alex Giuzio, che ha sottoposto una serie di domande specifiche ai candidati, per esempio sul rischio che i cosiddetti “paletti” a favore degli attuali concessionari, in fase di procedura selettiva, possano essere respinti dalla Commissione europea in quanto giudicati dei vantaggi indebiti; o ancora sulle difficoltà, per le amministrazioni comunali, a espletare decine di bandi con poco tempo a disposizione. Senza dimenticare questioni altrettanto importanti come l’erosione costiera, che minaccia la scomparsa delle attuali imprese balneari alla pari della direttiva Bolkestein, o la quantità di spiagge libere che alcune associazioni ambientaliste chiedono di aumentare.

Gli sfidanti sono stati invitati a rispondere alle stesse domande con il medesimo tempo a disposizione, contribuendo a costruire un dibattito equilibrato e completo, seguito in presenza dagli imprenditori balneari del territorio e in diretta streaming dagli operatori del resto d’Italia. Presenti in sala anche l’assessore regionale al turismo Andrea Corsini, che ha pronunciato un saluto iniziale, il sindaco di Cervia Massimo Medri e i rappresentanti di alcune associazioni di categoria locali e nazionali. Già nel 2018, in occasione delle precedenti elezioni nazionali, Mondo Balneare e Cooperativa Spiagge Ravenna avevano organizzato un analogo dibattito, facendo emergere le posizioni dei vari partiti che fecero da base per i successivi negoziati sulla riforma delle concessioni. E anche ieri sera, i contenuti emersi hanno dato un’idea sull’orientamento dei partiti che dovranno occuparsi di redigere il decreto attuativo sulla riforma avviata dal governo Draghi con la legge sulla concorrenza.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: