Attualità

“Conflitto d’interessi su balneari”, terremoto su Santanchè

La neo ministra del turismo, socia del Twiga di Briatore, viene accusata di non potersi occupare della questione spiagge

Non ha fatto in tempo a essere nominata, che le sono piovute addosso le accuse di conflitto di interessi. Stiamo parlando di Daniela Santanchè, ministro del turismo incaricata dalla neo presidente del consiglio Giorgia Meloni, su cui nelle ultime 48 ore si è abbattuto un vero e proprio terremoto. La Santanchè, socia del noto stabilimento balneare Twiga di Flavio Briatore a Forte dei Marmi, viene infatti accusata di non potersi occupare della vicenda che riguarda le concessioni demaniali marittime in quanto avrebbe interessi diretti in gioco.

Insieme ai ministeri delle infrastrutture e degli affari europei, quello del turismo sarà uno dei dicasteri con la diretta responsabilità di varare il decreto attuativo per completare la riforma delle concessioni balneari, avviata lo scorso agosto dalla legge sulla concorrenza voluta dall’ex premier Mario Draghi. Tanti titolari di stabilimenti italiani hanno esultato nel vedere una loro illustre collega ricoprire la carica di ministro del turismo, ma subito contro la Santanchè è stata lanciata una campagna mediatica per evidenziare il conflitto di interessi.

Nonostante alcune testate generaliste abbiano diffuso l’ipotesi che la neo ministra sia pronta a cedere le deleghe sui balneari, per ora non c’è niente di certo: la Santanchè non ha infatti rilasciato nessuna dichiarazione ufficiale in merito, per cui non è ancora chiaro cosa intenda fare per smarcarsi dalle accuse. La competenza diretta sul demanio marittimo, peraltro, è da sempre in capo al ministero delle infrastrutture e non a quello del turismo. E la premier Meloni non sembra troppo interessata alla polemica, altrimenti avrebbe evitato in partenza di affidare il ministero a un’imprenditrice del settore.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: