Campania Eventi

Concorrenza e riforma concessioni spiagge, importante convegno a Napoli

Il 31 marzo politici e giuristi discutono sul futuro degli stabilimenti balneari

Un importante convegno di rilievo nazionale per discutere sul futuro delle concessioni balneari alla luce della riforma prevista dal ddl concorrenza. Organizzato dall’associazione Confimprese demaniali, l’appuntamento è giovedì 31 marzo alle ore 16 a Napoli insieme a parlamentari di vari schieramenti politici e autorevoli giuristi, e sarà intitolato “Le concessioni demaniali marittime a uso turistico-ricreativo nel quadro della legge annuale per il mercato e la concorrenza”.

I lavori saranno coordinati da Alex Giuzio (caporedattore Mondo Balneare) e introdotti da Antonio Cecoro (presidente Assodemaniali Campania e vicepresidente nazionale Confimprese demaniali). Seguiranno le relazioni di Fabio Fiano (professore associato di economia e gestione delle imprese al Link Campus University di Roma), dal titolo “Investimenti, beni immateriali, professionalità, valore dell’impresa”, e di Luigi Roma e Leonardo Maruotti (avvocati e consulenti legali di Confimprese demaniali) su “I requisiti della limitatezza delle risorse naturali per le aree demaniali marittime alla luce dell’articolo12 della direttiva 2006/123/CE”.

La seconda parte del convegno sarà articolata tra gli interventi di Anna Maria Bernini (senatrice Forza Italia), Paolo Ripamonti (senatore Lega), Mario Turco (senatore Movimento 5 Stelle), Umberto Buratti (deputato Partito democratico), Stefano Fassina (deputato Liberi e uguali), Marco Scajola (coordinatore del tavolo interregionale sul demanio marittimo in Conferenza delle Regioni), Felice Casucci (assessore alla semplificazione amministrativa e al turismo della Regione Campania), Antonio Marchiello (assessore alle attività̀ produttive, lavoro, demanio e patrimonio della Regione Campania), Giovanni Zannini (consigliere regionale Campania). Le conclusioni saranno a cura di Mauro Della Valle (presidente nazionale Confimprese demaniali) e Guido D’Amico (presidente nazionale Confimprese Italia).

Il convegno si terrà all’Hotel Holiday Inn di Napoli (Centro Direzionale Isola E/6). Mondo Balneare è media partner dell’evento. Scarica la locandina >

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  1. messaggio per tutti i balneari d italia e per i nostri rappresentanti sindacali…..tutti dovete vedere questo video…………la lega ha trdito e garavaglia ha tradito tutti…grazie draghi di averci venduto e di aver svenduto anche la nostra acqua all ultimo istante…. la fine del nostro paese e del nostro turismo…………..la nostra morte…..ancora che aspettiamo a manifestare per cacciare questa gente?…siamo alla fame……………………https://www.youtube.com/watch?v=0zKwgg1PJoI

  2. Blocchiamo i centricommerciali e tutto quello che è in mano alle multinazionali i veri fautori di questo scempio

  3. Francesco says:

    Questi signori sono dei veri truffatori,guadagnano centinaia di milioni di euro l’anno,pagano stipendi di fame ai lavoratori assunti e la maggior parte a nero. Le tariffe che fanno pagare ai clienti sono esorbitante e i canoni di concessione irrisori.

    • Teo Romagnoli says:

      Parli dei politici?? E chi RUBERA le spiagge farà meglio?? Taci INVIDIOSO LADRO! Un’ altra categoria che spinge sono gli hotel… che vogliono le Piagge per inasprire la concorrenza tra loro. Ti assicuro che le spese sono tantissime!!!

  4. È da tempo che lo scrivo,Garavaglia ci ha venduto per la poltrona e Deaghi fa il bello in Europa sulle nostre spalle

  5. Francesco sei un incosciente irrispettoso verso chi fa sacrifici e lavora onestamente,vergognati,e prima di parlare male dei balneari sciacquati la bocca

  6. Teo Romagnoli says:

    Allora la prossima manifestazione diamoci da fare.. basta sventolare bandierine, bisogna fare casino.. brutto da dire, ma è l’unico modo per farci sentire…

    • tutti a montecitorio …lega sei finita perchè nessuno di noi ti voterà mai più per non parlare dei 5m(veri codardi poltronari) …..5m ma non eravate quelli che si battono per l acqua pubblica e invece avete disertato l aula quando l emendamento di giavazzi draghi ( altro pagliaccio non eletto che si permette di parlare a nome del popolo italiano e comparso a tarda notte sul ddll concorrenza….ci volete togliere anche l unica fonte di vita? l acqua …garavaglia un ministro del turismo che era indagato per turbative d asta(guarda caso scagionato) che fa il ministro? venduto …. a tutte le sigle sindacali ma non vedete con che arroganza questo governo non eletto ci prende per il culo? mentono sapendo di mentire …la loro missione è distruggere il turismo in italia e di affamare tutto il popolo italiano…ora hanno svenduto anche la nostra acqua dopo che un referendum al 99% ha detto che deve restare pubblica……ancora aspettiamo a invadere montecitorio e cacciare via questi abusivi…..cosa deve succedere ancora perche le vostre coscienze si ribellino….il morto?…..ma avete le palle o no…..ci andro da solo anche se mi arresteranno ma non voglio subire più la dittatura di queste persone…..

  7. Ogni persona che non protegge i privilegi dei balneari deve essere essere un delinquente, indagato e scagionato grazie i poteri forti..secondo me c’è un problema di paranoia o sindrome di persecuzione..credo che siano cambiati i tempi e il “funziona cosi” non abbia presa se è un modello sbagliato, dall’ambiente alle imprese. Semplicemente Ernesto chi non ha potuto concorrere per una concessione perché neppure nato si è rotto le palle e fortunatamente sono più dei sei mila balneari o 30mila imprese..forza ai bandi già da dicembre 2022!

    • ha breve avrai altro a cui pensare .quando ti saranno notificati gli atti vedrai che bandi farai ….qui di paranoico ci sei solo tu …la gente muore di fame e tu pensi ai bandi e prendere per il culo chi non ha il lavoro? ci vediamo presto non ti preoccupare perche io non mollo ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.