Norme e sentenze

Canoni balneari, come compilare il nuovo modello F24

Istruzioni per il corretto pagamento secondo le modalità in vigore da quest'anno.

L’Agenzia delle entrate, con risoluzione n. 11/E del 23 gennaio 2017, ha istituito i codici tributo per il versamento delle entrate da demanio marittimo. Com’è noto, infatti, da quest’anno i canoni delle concessioni balneari dovranno essere versati tramite il nuovo modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (abbreviato in “F24 Elide”) per effetto di un provvedimento del 19 novembre 2015 (maggiori dettagli in questo articolo). Il modello F24 Elide va a sostituire il precedente modello F23 con cui si versavano i canoni fino allo scorso anno.

Ecco qui di seguito, in sintesi, i nuovi codici tributo da utilizzare.

  • “MA11” denominato “Canoni derivanti dall’uso di beni demaniali marittimi” (decreto legge 5 ottobre 1993, n. 400, e successive modificazioni);
  • “MA12” denominato “Indennizzi dovuti in caso di occupazione abusiva di beni del demanio marittimo e realizzazione sui beni demaniali marittimi di opere inamovibili in difetto assoluto di titolo abilitativo o in presenza di titolo abilitativo che per il suo contenuto è incompatibile con la destinazione e disciplina del bene demaniale ai sensi della normativa vigente”;
  • “MA13” denominato “Quota di canoni demaniali marittimi di spettanza regionale” (articolo 3, comma 1, del decreto legge 5 ottobre 1993, n. 400, e successive modificazioni).

Queste, invece, le istruzioni per la compilazione degli F24 Elide, che dovrà avvenire esclusivamente tramite il nuovo Sid (Sistema informativo demanio):

  1. Nella sezione “Contribuente” vanno inseriti i dati anagrafici e il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento.
  2. Nella sezione “Erario e altro” vanno inseriti:
    • nel campo “Codice ufficio”, il codice della Direzione regionale dell’Agenzia del demanio;
    • nel campo “Tipo”, la lettera “R”;
    • nel campo “Elementi identificativi”, il codice identificativo della propria concessione demaniale (11 caratteri), il numero della rata di pagamento (2 caratteri) e l’anno della rata stessa (4 caratteri). Si tratta degli estremi dell’atto di accertamento in caso di indennizzi dovuti per occupazione sine titulo, entrambi generati dal Sid e riportati nei modelli di pagamento precompilati prodotti dallo stesso;
    • nel campo “Codice tributo”, il codice tributo;
    • nel campo “Anno di riferimento”, l’anno a cui si riferisce il pagamento.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: