Fiba-Confesercenti

Balneari, Rustignoli (Fiba): “Sulle gare non si aprano discussioni sterili”

Il presidente dell'associazione di Confesercenti: "L'obiettivo oggi è scrivere delle regole che restituiscano certezze alle nostre imprese, e per farlo nella situazione attuale, non si potrà prescindere dal ragionare sulle evidenze pubbliche"

«La nostra posizione è quella di chi vuole sedersi a un tavolo con la politica per scrivere un percorso che possa garantire certezze e continuità alle attuali imprese». Lo ha detto il presidente nazionale di Fiba-Confesercenti Maurizio Rustignoli ieri ai microfoni di Mondo Balneare, nell’ambito del ciclo di interviste in diretta che la nostra testata sta portando avanti in questi giorni per fare il punto della situazione in seguito alla sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato la validità della proroga delle concessioni al 2033 (l’intervista integrale può essere rivista nel video qui sopra). «Dopo questa inquietante pronuncia, è impensabile che la politica non ci chieda di partire da una discussione sulle forme di evidenza pubblica – ha detto Rustignoli – quindi dobbiamo ragionarci per forza, ma senza aprire discussioni sterili né avere paura di affrontare questo tema: non dobbiamo vedere nelle gare una strada sbagliata e nemmeno pensare che affrontarle significherà perdere le nostre imprese».

«Quando affermo che occorre ragionare sulle evidenze pubbliche, non lo dico perché sono convinto che ci debbano essere per forza le gare nel 2024», ha poi precisato il presidente di Fiba-Confesercenti. «Il tema oggi è scrivere delle regole che restituiscano certezze a noi imprenditori balneari, partendo dal presupposto che la realtà non può prescindere da questo percorso». Ciò non toglie, ha aggiunto Rustignoli, che «nella fase di scrittura delle regole occorrerà rivendicare quegli elementi ancora inesplorati dalla politica, come il legittimo affidamento e la scarsità della risorsa, al fine di garantirci la necessaria tranquillità per poter proseguire la nostra attività. Continuare a darci ragione tra noi nelle assemblee non ci porterà a concludere alcunché; l’obiettivo è quello di trasmettere i temi a chi dovrà decidere».

Rustignoli ha poi dichiarato gli obiettivi di Fiba «nel medio periodo», ovvero «lo spostamento della linea demaniale e la parità di trattamento con gli altri paesi europei: si tratta di temi che richiedono più tempo e che dovremo affrontare subito dopo la scrittura della riforma».

© Riproduzione Riservata

Alex Giuzio

Dal 2008 è giornalista specializzato in economia turistica e questioni ambientali e normative legate al mare e alle coste. Ha pubblicato "La linea fragile", un saggio sui problemi ecologici delle coste italiane (Edizioni dell'Asino, 2022), e ha curato il volume "Critica del turismo" (Grifo Edizioni 2023).
Seguilo sui social: