Fiba-Confesercenti

Mareggiate, Rustignoli: “Protezione coste sia fra priorità del governo”

«Le mareggiate di questi ultimi giorni evidenziano ancora una volta, purtroppo, l’estrema fragilità delle coste italiane». Così Maurizio Rustignoli, presidente di Fiba-Confesercenti, in una nota diramata in seguito alle gravi inondazioni che nei giorni scorsi hanno colpito prima il litorale tirrenico e poi quello adriatico. «Le imprese balneari stanno subendo danni
Fiba-Confesercenti

Balneari, Rustignoli (Fiba): “30mila imprese a rischio, basta strumentalizzazioni”

«È indispensabile aprire un tavolo fra governo e balneari, e va fatta la mappatura delle coste, non per eludere la direttiva Bolkestein bensì per riconoscere i giusti diritti delle imprese». Lo afferma Maurizio Rustignoli, presidente di Fiba-Confesercenti, che «sostiene con forza e determinazione l’emendamento di Lega e Forza Italia al milleproroghe in cui si fa […]
Fiba-Confesercenti

Mareggiate, Rustignoli: “Destinare fondi Pnrr a difesa da erosione costiera”

«Sono assolutamente apprezzabili l’attenzione e il sostegno mostrati dal ministro del turismo Daniela Santanchè nei confronti delle imprese balneari colpite dal maltempo». Lo afferma il presidente di Fiba-Confesercenti Maurizio Rustignoli. «Questa ennesima mareggiata mostra la fragilità delle coste italiane, in un momento già di difficoltà e incertezza della categoria.
Fiba-Confesercenti

Rustignoli (Fiba): “Riforma spiagge incompleta, serve confronto con nuovo governo”

«Ci aspettiamo dal prossimo governo, e lo chiediamo, che si possa aprire, appena l’esecutivo sarà operativo, un tavolo di confronto sulla legge scritta per il nostro settore, che riteniamo sia stata messa a punto in modo frettoloso, senza avere consultato minimamente le rappresentanze della categoria. Ma, cosa ancora più grave, senza aver consultato Regioni e […]
Attualità

Ancora tensione su riforma concessioni balneari: i commenti di sindacati e politica

Sono ore frenetiche a Roma per l’accordo sulla riforma delle concessioni balneari contenuta nel ddl concorrenza, che dovrà essere approvato entro il 31 maggio affinché l’Italia ottenga i fondi Pnrr. Nonostante dalle indiscrezioni delle ultime ore siano trapelate le formulazioni che avrebbero incontrato il favore di tutti i partiti di maggioranza, restano ancora delle