Emilia-Romagna

Balneari romagnoli uniti contro il coronavirus: donate 30 mila mascherine agli ospedali

Da Cattolica a Ravenna, 17 associazioni hanno acquistato 55 mila euro di dispositivi di protezione individuale donati direttamente all'Ausl

Gli imprenditori balneari romagnoli hanno unito le forze in un gesto concreto per aiutare e ringraziare i medici gli infermieri e gli operatori sociosanitari che tutti i giorni combattono in prima linea il coronavirus. 17 organizzazioni degli stabilimenti balneari e dei bar di spiaggia della riviera romagnola, da Cattolica a Ravenna, hanno acquistato e donato direttamente alle strutture sanitarie circa trentamila dispositivi di protezione individuale.

Nello specifico, la fornitura è stata donata alla Ausl Romagna e comprende 4.400 mascherine FFP2, 25.000 mascherine chirurgiche e 100 tute asettiche, per un valore complessivo di quasi 55.000 euro.

Hanno aderito all’iniziativa 17 associazioni:

  • Cooperativa Spiagge Ravenna
  • Cooperativa Stabilimenti Balneari Cesenatico
  • Cooperativa Bagnini Villamarina Gatteo Mare
  • Cooperativa Bagnini Bellaria Igea Marina
  • Cooperativa per servizi chioschi bar, ristoranti, pizzeria di spiaggia Bellaria Igea Marina
  • Cooperativa Balneari Rimini Nord
  • Consorzio Operatori Balneari Rimini
  • Cooperativa Operatori di Spiaggia di Rimini
  • Immobiliare “Gran Adria”
  • Consorzio Ristobar Spiaggia Rimini
  • Nuova Romagna Balneare Società Cooperativa di Rimini
  • Cooperativa Bagnini di Riccione
  • Cooperativa Bagnini Adriatica Riccione
  • Consorzio Servizi Spiaggia Misano
  • Cooperativa Bagnini Misano Mare
  • Cooperativa Bagnini di Cattolica
  • Consorzio La Regina di Cattolica

L’iniziativa è stata patrocinata dalle associazioni Oasi-Confartigianato, Sib-Confcommercio, Fiba-Confesercenti e Legacoop Romagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:
  1. Avatar
    Alessandro Malaraggia says:

    So che sarà difficile,il tempo c’è,ma ogni bagnino dovrebbe distribuire x ogni cliente un paio di mascherine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *