Attualità

Balneari, Pd: “Governo agisca subito per scongiurare procedura d’infrazione”

«Chiediamo al governo Meloni quali iniziative urgenti intenda assumere per emanare subito i necessari decreti legislativi per consentire di procedere all’emanazione dei bandi di assegnazione delle concessioni demaniali marittime, sulla base di criteri di ragionevolezza e trasparenza che tengano conto in particolare della storicità delle attività, dei livelli occupazionali assicurati e degli impegni ambientali assunti, riconoscendo un equo e adeguato indennizzo per gli investimenti realizzati dai concessionari uscenti. Chiediamo inoltre al governo quali iniziative urgenti intenda adottare per scongiurare una procedura di infrazione con eventuali sanzioni all’Italia». Lo chiedono i deputati del Partito democratico Piero De Luca, Andrea Gnassi, Ubaldo Pagano, Marco Simiani, Ouidad Bakkali e Claudio Michele Stefanazzi in un’interrogazione alla presidente del consiglio Giorgia Meloni e ai ministri Matteo Salvini e Raffaele Fitto.

«Secondo la Commissione europea, anche i risultati del tavolo tecnico istituito dal governo italiano per la mappatura delle spiagge non risultano idonei a dimostrare l’insussistenza della scarsità delle risorse naturali oggetto di concessioni e di conseguenza l’assenza dell’obbligo di procedure selettive», sottolineano i deputati dem. «Da mesi il Partito democratico incalza il governo ad affrontare con chiarezza la questione, perché finora le azioni messe in campo non hanno fornito nessuna soluzione e hanno creato solo una situazione di grave incertezza normativa, che ricade sulle amministrazioni e penalizza fortemente gli operatori del settore, mettendo il nostro paese a rischio di incorrere in una gravosa sanzione da parte dell’Unione europea».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: