Liguria

Balneari, parte la corsa per smontare le cabine

In Liguria via gli arredi entro meta' novembre, poi scattano le multe.

Multe salatissime in arrivo per i balneari liguri: alcuni stabilimenti della regione devono ancora finire di mettere via gli arredi estivi. La scadenza per farlo è il 15 novembre e le sanzioni, in caso di ritardi, sono molto pesanti. Ma il bel tempo che si è protratto fino al ponte di Ognissanti, portando centinaia di persone in spiaggia (vedi notizia), ha portato molti gestori a restare aperti più del solito. Rischiando di non riuscire a rispettare le disposizioni della Regione.

«In base alle leggi regionali e all’ordinanza balneare, gli arenili sono in concessione agli stabilimenti, per cui non esiste nullaosta paesaggistico invernale. Devono essere smontati entro e non oltre il 15 novembre e le aree di competenza mantenute ordinate e pulite», ricorda Filippo Piacentini, vicesindaco di Varazze, dove i ritardatari sono ancora numerosi.

«Benché il termine non sia ancora scaduto – aggiunge Piacentini – ci stanno giungendo verbali proteste per strutture che hanno solo parzialmente rimosso i fabbricati amovibili. Decorso il periodo limite massimo, i titolari che non avranno completato lo sgombero potranno essere multati ai sensi dell’articolo 1164 del regolamento di esecuzione del Codice della navigazione».

Il dirigente comunale Marco Caviglia ricorda le norme che incombono sui balneari: «Salvo diverse e particolari prescrizioni inserite nelle autorizzazioni urbanistiche, le operazioni di montaggio e allestimento delle strutture amovibili possono iniziare dopo il 1° marzo, mentre le operazioni di smontaggio possono cominciare dopo il 15 settembre e terminare esattamente entro due mesi».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: