Itb Italia

“Balneari, lottare insieme e vincere insieme”

«Dove c’è unità c’è sempre la vittoria, perché si può vincere solo lottando insieme», diceva Publio Silio duemila anni fa. Noi operatori balneari siamo in tanti sparsi su tutte le spiagge d’Italia e davanti a noi c’è un mostro, ovvero la prossima applicazione della direttiva Bolkestein. E se non saremo uniti nella difesa dei nostri diritti, saremo spazzati via. Ebbene, mai come oggi dobbiamo essere uniti in difesa dei nostri diritti acquisiti da generazioni, che hanno trasformato deserte lande marine in splendide spiagge che il mondo ci invidia e promosso un turismo che è divenuto una parte importante della nostra economia! Ecco perché è di grande, anzi vitale importanza, lottare uniti in difesa dei nostri diritti, e per vincere abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti coloro che lavorano nel nostro settore.

Da qui i seguenti suggerimenti:

  1. Promuovere incontri fra i rappresentanti delle varie organizzazioni di categoria che operano localmente sul nostro territorio, ovvero sulle nostre spiagge italiane: a tali incontri potranno partecipare i presidenti nazionali della categoria.
  2. Definire una linea comune di comportamento.
  3. Nominare un incaricato per ogni sigla per costruire un gruppo di lavoro unito e coeso.
  4. Approntare un documento comune con le linee operative prossime per soddisfare le nostre esigenze e programmare manifestazioni e incontri con rappresentanti politici ed enti locali sul territorio nazionale.
  5. Programmare incontri periodici per mettere a punto iniziative comuni, in base alle situazioni che incontreremo in futuro.

Confermiamo che Itb Italia è pronta a organizzare gli incontri necessari affinché si possa far retrocedere il governo da ciò che noi riteniamo e illegale. Per questo daremo subito vita a uno strumento di lavoro, a partire dalla prima metà di febbraio, al fine di trovare una soluzione soddisfacente al problema.

giochi festopolis

Cari amici e colleghi, fatemi sapere se siete d’accordo e ricordiamoci che se saremo uniti vinceremo questa battaglia per la sopravvivenza della nostra categoria, altrimenti verremo sconfitti e perderemo quel tesoro che è il nostro meraviglioso turismo balneare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giuseppe Ricci

Presidente Itb Italia, associazione degli imprenditori turistici balneari con base a San Benedetto del Tronto.
  1. Sarebbe bello unire le forze a questa grossa problematica, anche le attività dello Spettacolo Viaggiante stanno subendo gli stessi soprusi, specialmente adesso con questa fantastica di aumento del quasi 400% del canone minimo.
    Sul litorale Nazionale, saranno in molte piccole aziende a chiudere o cambiare la loro destinazione.
    Marco Della Ferrera da Savona.

  2. Benissimo Presidente Ricci, direi ovvio, talmente ovvio, che definirei coloro che non perseguono questo “obbiettivo” dei traditori, senza se e senza ma.

  3. Mario Mchele says:

    Io ci sto.
    Da soli non si va da nessuna parte.
    Da non dimenticare che sugli arenili insistono da piu’ decenni anche i Villaggi Camping con regolare Concessione Demaniale Marittime e che da sempre stiamo vivendo un Calvario di sofferenze come Balneari.
    Il nostro lavoro l’abbiamo creato dal nulla dall’ultima Guerra Mondiale in poi e senza avere avuti aiuti da nessuno.
    Abbiamo creato lavoro per noi ed economia per altri.
    Speriamo che questo Calvario finisca presto per noi con minor sofferenze e riconoscimento sui Nostri sacrifici fatti per tutti.
    Dalla Calabria sono con Voi.
    Adduci Mario Michele
    Villaggio Camping Orchidea
    Grisolia cs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.