Attualità

Balneari, Casanova (Lega): “Sì a riforma globale del settore, no a logiche punitive”

L'europarlamentare appoggia la proposta di riordino presentata ieri dal senatore Centinaio

«Lavorare a una riforma strutturale del demanio marittimo per ammodernare il sistema, capace di rispondere tanto agli indirizzi europei quanto alle richieste di certezza e sviluppo degli imprenditori del comparto balneare. No a logiche punitive, sì a un’azione sinergica, di concerto con tutti i livelli istituzionali, per stabilizzare e rilanciare il settore. È questa l’idea della Lega ed è questa la strada giusta da percorrere». Così l’eurodeputato Massimo Casanova (Lega – ID) saluta la proposta a cui sta lavorando il sottosegretario leghista Gian Marco Centinaio.

«Abbiamo l’occasione di definire una riforma globale, che non si limiti alle sole concessioni balneari ma che fornisca una mappatura aggiornata ed esaustiva del demanio marittimo, come lo stesso settore chiede da tempo. È questo l’unico modo per fornire soluzioni e risposte adeguate senza mortificare il comparto, eccellenza italiana e motore economico di straordinaria valenza per il nostro paese, che va invece supportato, peraltro in un momento di forte crisi e incertezza, e aiutato a rilanciarsi», prosegue Casanova.

«Se davvero c’è la volontà di applicare principi equi e non punitivi, le altre forze politiche convergano sulla proposta della Lega. Non arretreremo di un passo sulla tutela delle nostre aziende, in Italia come in Europa. Mai consentiremo la svendita alle multinazionali di un patrimonio economico e identitario nevralgico per il nostro paese», conclude l’europarlamentare leghista.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: