Ambiente Eventi

Allarme erosione costiera: un convegno fa il punto alla fiera Balnearia

Mondo Balneare chiama a raccolta tutto il settore per il 25 febbraio a Carrara: l'obiettivo è riflettere su un problema ambientale sempre più grave.

Come ripensare gli stabilimenti balneari e le località costiere alla luce dell’innalzamento del mare? Le violente ondate che lo scorso autunno hanno danneggiato centinaia di aziende sul litorale tirrenico ci impongono un momento di riflessione su una minaccia che rischia di far scomparire il settore balneare ancora più della famigerata direttiva Bolkestein. Per questo, il portale di settore Mondo Balneare chiama a raccolta scienziati, professori, ingegneri, architetti e associazioni di categoria al fine di riflettere tutti insieme su come affrontare l’erosione costiera da ogni punto di vista.

Il convegno si terrà lunedì 25 febbraio alle ore 10.30 nella sala Bernini della Fiera di Carrara, nell’ambito di Balnearia 2019 (salone dedicato al mercato della balneazione e dell’outdoor, vedi il programma completo). Si tratta del primo di una serie di appuntamenti che Mondo Balneare organizzerà in varie altre località italiane, e che saranno annunciati nelle prossime settimane.

I lavori, moderati dal caporedattore di Mondo Balneare Alex Giuzio, saranno introdotti da una relazione del prof. Enzo Pranzini dell’Università di Firenze, tra i massimi esperti italiani in materia di erosione e ambiente costiero. Seguiranno gli interventi di Edoardo Zanchini (vicepresidente Legambiente), Cristian Gori (architetto), Luca Sbrilli (geologo), Luigi Roma (avvocato), Gianfranco Boninsegni e Francesca Del Tredici (Regione Toscana).

I relatori saranno chiamati ad affrontare il problema dell’erosione costiera da ogni punto di vista: non si parlerà infatti solo di ripascimenti e interventi di difesa, ma anche di come ripensare la progettazione degli stabilimenti balneari e delle località costiere in generale, dovendo fare i conti con un problema ambientale ormai irreversibile, e di strumenti giuridici a tutela degli imprenditori come per esempio la riduzione del canone in caso di calamità naturali.

A concludere i lavori sono stati invitati i rappresentanti nazionali di tutte le associazioni di categoria del settore balneare, per raccogliere gli stimoli lanciati dagli esperti e riflettere su come gli imprenditori balneari possono contribuire ad affrontare il problema. Hanno confermato la loro partecipazione Antonio Capacchione (presidente Sib-Confcommercio), Antonio Cecoro (vicepresidente Federbalneari), Fabrizio Licordari (presidente Assobalneari-Confindustria), Giuseppe Ricci (presidente Itb Italia), Maurizio Rustignoli (presidente Fiba-Confesercenti).

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: