Attualità

Vacanze, gli inglesi vogliono il mare italiano: boom di prenotazioni per l’estate 2021

Il portale Skyscanner segnala un grande aumento di soggiorni dalla Gran Bretagna verso le località balneari italiane

Gli inglesi stanno prendendo d’assalto le destinazioni del mare italiano: grazie alla riapertura delle frontiere annunciata dal premier Boris Johnson per il 17 maggio, le prenotazioni sul portale Skyscanner sono esplose e le nostre spiagge sono tra le mete più scelte dai turisti in partenza dalla Gran Bretagna.

Come spiega TTG Italia, il merito è anche delle tariffe aeree, calate del -27% rispetto al 2020 e del -23% rispetto al 2019 sulle tratte Inghilterra-Italia. Per questo su Skyscanner stanno fioccando le prenotazioni estive per il Belpaese, che è preferito soprattutto da coppie e da piccoli gruppi di amici. Le statistiche indicano che il 65% dei soggiorni non supera la settimana, ma si tratta comunque di un buon segno per le imprese turistiche e balneari italiane che, oltre a beneficiare per il secondo anno consecutivo di un ricco flusso di turismo interno, potranno finalmente ricominciare ad accogliere turisti stranieri con una buona capacità di spesa.

Il competitor più aggressivo dell’Italia è al momento il Portogallo, che conta su prezzi ancora più bassi (-34% sulle tariffe aeree rispetto al 2020 e -23% rispetto al 2019) e che quindi è la destinazione più scelta dagli inglesi. Sempre nel bacino del Mediterraneo, un’altra meta sul podio è inoltre la Turchia, preferita dalle famiglie e dai gruppi numerosi, e avvantaggiata da una permanenza media più elevata (il 76% di prenotazioni è infatti superiore alla settimana). Per l’alta stagione, oltre all’Italia sono molto gettonate anche la Spagna e la Grecia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Avatar

    Si sì leggi la lettera dell ANTITRUST INVIATA A MARIO DRAGHI , dall’anno prossimo gare !
    Attendiamo L articolo di mondo balneare!

    • Avatar
      graziosi antonio says:

      si infatti l antitrust e il vangelo e il sindacato balneari sono fessi
      ….tanto per citarne una a Latina con la bolkestsin ne hanno fatto carta per toilette…e così sarà per le altre regioni……c e una legge e va rispettata……troppo facile approfittare dell avviamento di attività fatte dal nulla con sudori e investimenti propri….perché non imparate a fare impresa partendo da zero come hanno fatto tante persone…..ci sono 6000 km di coste libere da assegnare……ma voi no…volete il bicchiere pieno e la moglie ubriaca….troppo comodo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *