Opinioni

“Uccidere migliaia di imprese balneari è un atto barbaro e mafioso”

La lettera-appello di un concessionario lucano: "Aberrante togliere il lavoro a chi lo ha creato"

«Il tentativo in atto di far chiudere e scomparire dal mercato migliaia di piccole e micro imprese balneari, sane e che vivono esclusivamente di questo lavoro, per sostituirle con chissà chi, appartiene alle culture barbare e mafiose». È la dolorosa considerazione dell’imprenditore balneare lucano Pasquale Faraco, titolare del Lido La Conchiglia di Policoro, che ha inviato una lettera aperta a Mondo Balneare.

«Le concessioni demaniali marittime sono soggette al regolamento del Codice della navigazione, e non al Codice degli appalti pubblici, e sono concessioni di beni demaniali e non di servizi, pertanto non dovrebbero rientrare nella direttiva europea Bolkestein», sottolinea Faraco. «Eppure, vari organi e poteri dello Stato italiano ed europeo vogliono forzatamente e astrattamente far cadere le imprese balneari esistenti per metterle all’asta, in nome di una direttiva che parla solo di servizi pubblici e che oggettivamente da nessuna parte cita testualmente la parola “concessioni demaniali”. Anzi, la cosa che più avvicina a un concessione demaniale espressa nella direttiva Bolkestein è contenuta nel considerando 9, che esplicita a chiare lettere che la direttiva non si applica allo sviluppo e uso delle terre. Senza contare il considerando 19 che esplicita come sia necessario escludere i regimi di autorizzazione individuale, quali sono le concessioni balneari, dal campo di applicazione della direttiva».

«Invece l’Europa e l’Italia vogliono fare il contrario, ovvero far chiudere e togliere dal mercato migliaia di imprese esistenti e sane per sostituirle con altre», conclude l’imprenditore balneare lucano. «Tutto ciò e aberrante: togliere il lavoro a chi lo ha creato e valorizzato significa creare povertà, disperazione e agonia tra le famiglie delle piccole e micro imprese balneari italiane, che vivono solo ed esclusivamente di questo lavoro».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: