Friuli Venezia Giulia

Turismo, il Friuli punta sul mare col progetto Sea&Taste

160 chilometri di costa pieni di esperienze non convenzionali per le prossime vacanze

Il Friuli Venezia Giulia punta tutto sul mare per la promozione turistica dell’estate 2021, con l’obiettivo di recuperare le perdite legate alla pandemia del Covid-19. Meta molto frequentata da austriaci e sloveni per la montagna, il cicloturismo e l’escursionismo, la regione ha deciso di scommettere sui suoi litorali con il progetto “Sea&Taste”, ovvero un catalogo di oltre 160 esperienze per il palato da vivere lungo le sue coste da Lignano e Trieste, con degustazioni di prodotti enogastronomici di aziende locali e specialità di mare o laguna.

Tra litorali rocciosi più selvaggi, lunghe spiagge dorate e super attrezzate a misura di famiglie e piccole baie nascoste dove godersi un bagno in completo e solitario relax, l’offerta balneare del Friuli Venezia Giulia è piuttosto articolata anche ma poco nota agli italiani. Visto però che l’estate 2021 sarà ancora all’insegna del turismo di prossimità verso il mare italiano, la società PromoTurismoFVG ha deciso di puntare sulla ricchezza di questo territorio costiero per offrire esperienze vacanziere in stile “slow” e itinerari non convenzionali.

Il canale principale a cui è affidata la promozione si chiama Mare FVG, un portale online in cui è possibile conoscere i litorali e gli stabilimenti balneari del Friuli Venezia Giulia, le informazioni su tutte le strutture turistiche balneari e le mappe degli itinerari per ogni esigenza. I 130 chilometri della costa friulana offrono infatti centinaia di esperienze: dalle full immersion negli ambienti lagunari alle spalle del lungo litorale dorato di Lignano Sabbiadoro, alle esplorazioni di barene, canali navigabili e paesi di pescatori come la pittoresca Marano, fino al bird watching nell’isola della Cona, non lontano dalla raffinata Grado, amata dai turisti sin dall’Impero Asburgico e gioiello alto-medioevale incastonato nell’Alto Adriatico.

Per chi ama le escursioni in bici, poi, si può agevolmente raggiungere il sito archeologico di Aquileia, città romana che nel 2019 ha compiuto 2200 anni, e il paradiso naturalistico della valle Cavanata; mentre per chi preferisce le esperienze raffinate è consigliato l’aperitivo a bordo di uno yacht d’epoca che salpa da Trieste per raggiungere le falesie di Duino. Infine, tra i percorsi insoliti c’è l’urban trekking per imbattersi in scorci, luoghi e personaggi caratteristici di Trieste, o la passeggiata carsica tra pastini e vigne, per approfondire l’origine e la storia del vino di Prosecco. Ovunque, lungo la costa del Friuli Venezia Giulia, gli amanti dello sport a tutti i livelli hanno anche l’opportunità di praticare kitesurf, windsurf, vela, immersioni, canoa, kayak, sup, trekking, equitazione e mountain bike. L’obiettivo del progetto è quello di creare un’offerta integrata sul territorio, in grado di offrire esperienze che abbinano alla voglia di mare il piacere di una visita culturale e l’occasione per tuffarsi nel ricco paniere di prodotti tipici della regione.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: