Attualità Veneto

Stop alle sigarette in riva al mare: Bibione prima spiaggia smoke free d’Italia

La località balneare veneta vieterà di fumare lungo tutti i suoi 8 km di litorale, già a partire dalla prossima estate.

Bibione diventa la prima spiaggia smoke free d’Italia. L’amministrazione comunale della località veneta ha deciso nei giorni scorsi di bandire completamente il fumo lungo tutti i suoi otto chilometri di litorale, secondo delle modalità che saranno stabilite nel dettaglio da un successivo provvedimento da varare entro il mese di maggio, e che saranno valide già a partire dalla prossima estate.

Tra le prime destinazioni turistiche balneari della nostra penisola, Bibione giunge a questa decisione drastica (ma positiva per i polmoni dei suoi avventori) dopo otto anni in cui il suo progetto smoke free, intitolato “Respira il mare“, era stato portato avanti in via sperimentale solo in alcuni tratti della spiaggia. I primi divieti parziali risalgono infatti al 2011. Ma ora si fa sul serio: le sigarette saranno infatti vietate in tutto il litorale con un’apposita ordinanza, che sarà accompagnata da un’attenta campagna di comunicazione per rendere nota la novità a tutti i turisti.

«Più che introdurre un divieto – spiega il sindaco Pasqualino Codognotto – ci interessa dare l’opportunità a chi sceglie di trascorrere le sue vacanze da noi di respirare l’aria pulita del mare senza dover tollerare sostanze inquinanti pericolose per la salute. È anche un modo per promuovere insieme ai nostri ospiti una cultura basata sul rispetto, e siamo certi che anche i fumatori sapranno cogliere questa opportunità. Un’iniziativa sostenuta anche da tutti i nostri operatori turistici e che ci permette di qualificare Bibione sempre più come destinazione di qualità a livello ambientale e della salute».

Il progetto di spiaggia smoke free includerà l’allestimento di aree attrezzate e delimitate, all’interno delle quali sarà possibile fumare, realizzate impiegando legno proveniente da “Filiera Solidale”, l’iniziativa nata dopo il maltempo di fine ottobre che ha devastato i boschi nelle montagne del nord-est italiano.

Chiamati lo scorso anno a esprimere un’opinione sul divieto di fumo, su 2.293 turisti intervistati durante la sperimentazione, 1.729 si sono detti favorevoli al divieto (1.145 totalmente e 584 a condizione che vengano predisposte aree per fumatori), mentre i contrari sono stati 564. Un risultato che ha portato l’amministrazione comunale a varare il divieto totale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.