Accessibilità Attualità

Spiagge accessibili: se ne parla al Move! di Vicenza

Si conclude oggi il salone professionale del turismo e dell'ospitalità universale, che ha dedicato ampio spazio agli stabilimenti balneari.

di Alex Giuzio

VICENZA – «Oggi sembra che andare in spiaggia per un disabile significhi solo avere bisogno di una sedia per entrare in acqua, ma non è così: si va in spiaggia per stare con gli amici, pranzare al ristorante e scegliere l’ombrellone nella posizione che si preferisce e non per forza vicino al camminamento». Lo ha affermato Roberto Vitali, presidente di Village for all – V4A®, intervistato da Mondo Balneare in occasione del Move! di Vicenza, salone professionale del turismo e dell’ospitalità universale che si conclude oggi.

Come evidenzia Vitali, «oggi le persone con disabilità sono il 20% della popolazione, e si muovono sempre in compagnia della famiglia e degli amici: questa è un’ottima leva per fare le cose bene, non per rispettare le norme bensì per acquisire nuovi clienti e nuove quote di mercato: per questo Village for all invita a lavorare in questo senso».

Un’argomentazione, questa, di notevole importanza in tempi in cui il turismo balneare ha bisogno di nuova linfa. Proprio per questo, Mondo Balneare ha curato al Move! 2015 un’"Area spiagge accessibili" con alcune attrezzature adatte agli imprenditori balneari che vogliono prepararsi in questo senso: i lettini di Tessitura Selva con le gambe più alte rispetto alla misura standard per un maggiore comfort di tutti (nella foto); il camminamento srotolabile Depa di facilissima installazione; la sedia Job di Neatech per permettere ai disabili di spostarsi sulla sabbia e in mare.

Nel video qui di seguito, l’intervista integrale a Roberto Vitali e il racconto del Move! con un particolare focus sui concetti legati alle spiagge accessibili.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: