Rosso relativo, il drink ispirato al film “Viale del tramonto”: la ricetta

drink-rosso-relativo

Il barman Leandro Serra si è ispirato al celebre film “Viale del tramonto”, partendo dall’epocale battuta «Eccomi Mr. DeMille, sono pronta per il mio primo piano», per creare il suo cocktail “Rosso relativo“: perché esattamente come la diva Norma Desmond, anche questo drink è pronto per il suo primo piano. Come la storia d’amore controversa e intrigante del film, il rosso è sfondo della passione che esplode in sangue, in dolce e macabra vendetta.

Leandro Serra è bar manager del The Duke Cocktail Lounge Bar de La Maddalena (Sassari), e condivide con Mondo Balneare gli ingredienti di questo eccezionale drink: 4 cl di N.3 London Dry Gin, 1 cl di Bitter Rouge, 1 cl di Aperol, 2 cl di Vermouth Ambrato e alcune gocce di tintura Jefferson.

Il drink si prepara in un mixing glass, meglio se in acciaio e precedentemente raffreddato. Basta versare tutti gli ingredienti nel mixing glass, miscelare per alcuni secondi e servire in una coppa da cocktail ghiacciata, aggiungendo una rosa rossa edibile come guarnizione sul gambo del bicchiere.

Il N.3 London Dry Gin, già perfetto per la preparazione del Martini Cocktail (che è il drink preferito di Serra), è un distillato dalla storia centenaria: nasce infatti in un negozio leggendario di Londra situato al civico 3 di St. James’s Street, un numero mantenuto nel nome poiché ricorda anche le tre differenti spezie e i tre frutti di questo gin. Oggi il N.3 London Dry Gin è prodotto da Berry Bros. & Rudd, fornitori ufficiali della cantina reale inglese, presso l’azienda olandese De Kuyper Royal Distillers ed è distribuito in Italia da Pallini, anche nella sua nuovissima bottiglia dal simbolo del Royal Warrants, emblema di qualità e autorevolezza, e dalla chiave posta al centro della bottiglia, che rappresenta la promessa di una qualità eccezionale. Dal gusto pulito, diretto, secco, equilibrato e rinfrescante grazie agli aromi di ginepro, spezie e agrumi, si tratta dell’unico gin premiato quattro volte come miglior gin al mondo all’International Spirits Challenge e nel 2019 incoronato come miglior spirit al mondo.

La scelta degli altri prodotti da abbinare nel “Rosso Relativo” parte poi dalle note amaricanti del bitter rouge, quelle speziate dell’Aperol, una parte dolce data dal vermouth ambrato e la chiusura della tintura Jefferson, che dona al drink una componente amara ma delicata, proprio come il finale del film.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Carlo Dutto

Carlo Dutto

Giornalista specializzato in food & beverage

Altri articoli su beach bar e ristorazione:

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *