Vacanze al mare

Quanto costa una casa al mare nelle località con Bandiera Blu

L'analisi di Abitare Co, pensata per chi continuerà a essere costretto allo smart working e preferisce farlo da un luogo di mare

Oltre due italiani su tre sono già rientrati dalle vacanze e molti di loro sono pronti a riprendere l’attività lavorativa, lasciandosi alle spalle i ricordi di spiagge, sole e relax. Eppure, grazie allo smart working, i più “fortunati” potrebbero lavorare a distanza in luoghi marittimi con spiagge cristalline. E l’Italia è ricca di questi posti. La società di intermediazione immobiliare Abitare Co ha così analizzato quanto costerebbe in media affittare un bilocale di 4/6 posti letto, nel periodo che va dall’ultima settimana di agosto fino a metà settembre, in 77 località turistiche balneari (su 201 totali) che hanno ottenuto la tanto ambita Bandiera Blu, il riconoscimento assegnato dalla FEE (Foundation for Environmental Education) ai Comuni attenti alla qualità delle acque, ai servizi offerti e alla gestione ambientale.

In base all’analisi di Abitare Co, ci sono soluzioni per tutte le tasche. Per affittare un bilocale nelle località Bandiere Blu, il prezzo medio è di 630 euro a settimana, ma con prezzi che variano sensibilmente in base alle zone. Si va dai 380 euro a Menfi (Agrigento), Praia a Mare (Cosenza) e Petacciato (Campobasso) fino a 1.000 euro a Santa Margherita Ligure (Genova), Levanto (La Spezia), Positano (Salerno) e Anacapri (Napoli). La più costosa è Lerici (La Spezia), con un costo di 1.120 euro a settimana. Rispetto allo stesso periodo di cinque anni fa, però, in media i prezzi sono aumentati del +29%, con punte che arrivano a +171% a Cattolica (Rimini), +153% a Cervia (Ravenna), +142% a Caorle (Venezia) e +133% a Eraclea (Venezia). Al contrario, a Follonica (Grosseto) si è registrato il calo dei prezzi più marcato (-18%), seguita da Ispica (Ragusa) con -17%, Palau (Sassari) e Pietrasanta (Lucca) entrambe con -16%.

Di seguito l’analisi di Abitare Co con le regioni che hanno ottenuto almeno 7 località turistiche balneari “Bandiere Blu”. L’analisi dei prezzi considera solo alcune di queste località.

Liguria (32 località Bandiere Blu)

La regione che ha ottenuto il numero più alto di Bandiere Blu è la Liguria, con ben 32 località turistiche balneari. L’analisi dei prezzi ha considerato solo 11 di queste località: per lavorare a distanza da posti si parte da 520 euro a settimana per affittare un bilocale a Loano. Seguono Borghetto Santo Spirito (560 euro), Bordighera e Moneglia (600 euro), Albissola Marina (680 euro), Varazze (770 euro), Loano (880 euro), Chiavari (960 euro), Levanto e Santa Margherita Ligure (1.000 euro) e Lerici (1.120 euro). Lerici è anche la località più costosa tra quelle analizzate.

L’incremento maggiore dei prezzi, rispetto a cinque anni fa, si registra a Loano (+115%) e Borghetto Santo Spirito (+100%).

Campania (19 località Bandiere Blu)

In Campania sono 19 le località turistiche balneari che hanno ottenuto la Bandiera Blu. Tra queste troviamo San Mauro Cilento e Castellabate (480 euro a settimana), Positano e Anacapri (1.000 euro).

Toscana (17 località Bandiere Blu)

In Toscana 17 località turistiche balneari hanno ottenuto la Bandiera Blu. In particolare, a Cecina il costo per affittare un bilocale per una settimana è di 520 euro. Seguono Follonica (540 euro), Bibbona e Carrara (600 euro), Rosignano Marittimo e Castagneto Carducci (620 euro), Castiglione della Pescaia (640 euro), Viareggio (680 euro), Camaiore, Marciana Marina e San Vincenzo (720 euro) e la più costosa Forte dei Marmi (920 euro).

L’incremento maggiore dei prezzi, rispetto a cinque anni fa, si registra a Rosignano Marittimo (+41%).

Puglia (17 località Bandiere Blu)

In Puglia ben 17 località turistiche balneari hanno ottenuto la Bandiera Blu. Tra queste troviamo Castellaneta (470 euro a settimana), Polignano a Mare (480 euro), Margherita di Savoia (500 euro), Otranto (510 euro), Melendugno (520 euro), Ostuni (560 euro), Ginosa (600 euro) e Fasano (710 euro).

L’incremento maggiore dei prezzi, rispetto a cinque anni fa, si registra a Fasano (+42%) e a Margherita di Savoia (+39%).

Marche (16 località Bandiere Blu)

La regione Marche ha ottenuto ben 16 comuni Bandiere Blu. Dall’analisi di alcune di queste località, chi vuole affittare un bilocale per una settimana deve prevedere 490 euro a Grottammare e Fano, 520 euro a Gabicce Mare, 680 euro a Numana, 700 euro a Sirolo.

Calabria (15 località Bandiere Blu)

La punta estrema dello stivale vede ben 15 località turistiche balneari Bandiera Blu. Un esempio è Praia a Mare, dove per una settimana bisogna spendere circa 380 euro. Una cifra comunque inferiore del -14% rispetto a cinque anni fa.

Sardegna (14 località Bandiere Blu)

14 le località turistiche balneari della regione Sardegna che hanno ottenuto la Bandiera Blu. Tra i Comuni premiati, a Quartu Sant’Elena il costo a settimana per un bilocale è in media di 440 euro, a Santa Teresa Gallura e a La Maddalena 520 euro, a Tortolì e Palau 560 euro.

L’incremento maggiore dei prezzi, rispetto a cinque anni fa, si registra a Tortolì (+33%).

Abruzzo (13 località Bandiere Blu)

Anche 13 località abruzzesi hanno ottenuto la tanto ambita Bandiera Blu. Per proseguire la vacanza in alcuni di questi posti, il budget a settimana è di 440 euro a Tortoreto e di 480 euro a Vasto e Silvi.

Lazio (11 località Bandiere Blu)

Sono 11 le località laziali che hanno ottenuto la Bandiera Blu. Tra queste, per affittare un bilocale ad Anzio servono in media 520 euro, a Gaeta 600 euro, a San Felice Circeo 620 euro, a Sperlonga 710 euro, a Terracina 740 euro, a Sabaudia 780 euro. La più costosa è Ventotene (960 euro).

L’incremento maggiore dei prezzi, rispetto a cinque anni fa, si registra a Sperlonga (+58%), Sabaudia (+56%) e Ventotene (+55%).

Sicilia (10 località Bandiere Blu)

La regione Sicilia ha ottenuto 10 comuni Bandiera Blu. Dall’analisi di alcune di queste località, per affittare un bilocale per una settimana bisogna prevedere in media 380 euro a Menfi, 400 euro a Pozzallo e Ispica, 440 euro a Lipari, 500 euro a Ragusa.

Veneto (9 località Bandiere Blu)

9 le località turistiche balneari venete che hanno ottenuto la Bandiera Blu. Tra queste si segnalano Eraclea, dove il costo a settimana per un bilocale è in media di 420 euro, Chioggia (460 euro), Rosolina Mare (840 euro), Jesolo Lido (880 euro) e la più costosa Caorle (920 euro).

L’incremento maggiore dei prezzi, rispetto a cinque anni fa, si registra a Caorle (+142%).

Emilia-Romagna (7 località Bandiere Blu)

7 località emiliano-romagnole hanno ottenuto la Bandiera Blu. Per lavorare in alcuni di questi posti, il budget a settimana è di 480 euro a Cesenatico, 600 euro a Ravenna, 760 euro a Cervia e a Bellaria-Igea Marina, 920 euro a Cattolica.

L’incremento maggiore dei prezzi, rispetto a cinque anni fa, si registra a Cattolica (+171%) e a Cervia (+153%), i valori percentuali in assoluto più alti tra tutte le località balneari italiane analizzate.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: