Eventi

“Porta a porta” stasera parla di concessioni balneari

Alla trasmissione di Bruno Vespa su Rai Uno si confrontano il ministro Garavaglia e il presidente di Federbalneari Maurelli

La puntata di “Porta a porta” in programma questa sera sarà dedicata al tema degli stabilimenti balneari. La nota trasmissione televisiva di approfondimento condotta da Bruno Vespa tratterà in particolare gli argomenti delle gare delle concessioni demaniali marittime previste dal ddl concorrenza, del caro-ombrelloni e della mancanza di lavoratori stagionali.

Ospiti della puntata di questa sera, in programma alle ore 23.40 su Rai Uno, saranno il ministro del turismo Massimo Garavaglia e, in rappresentanza degli imprenditori balneari, il presidente dell’associazione Federbalneari Italia Marco Maurelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Salvinischioppa says:

    Spero che stasera qualcuno faccia capire a garavaglia che se salvini e c passano dal papeete, la figura alla frontiera della polonia in confronto è stata da statista. Noi balneari avevamo ed abbiamo bisogno di interlocutori intelligenti, nient altro. Noi, come tutti gli italiani per il resto delle decisioni.
    A draghi bisognava dare carta bianca per andare a gabinetto, non per decidere sul destino di imprese e lavoratori ( i titolari, hanno la partita iva e devono morire) ma le aziende, TUTTE hanno pari dignita e utilita per l Italia, farle azzerare da patroni griffi prima, e dal voto blindato poi è stato QUANTOMENO CRIMINALE. Ripeto, vietino pure ai vecchi concessionari di partecipare alle gare,ma le aziende, le ruba la mafia non lo stato con leggi folli per un disegno di draghi che agli umani non è dato di comprendere.

  2. Antonio Mezzaluna says:

    Per i venditori ambulanti no Bolkestein, ma proroga fino al 2033. Per i casino’ rinnovo della licenza anno per anno sebbene soggetti a concessione governativa. Per le concessioni idroelettriche invece si prospetta una proroga. I balneari devono invece pagare per tutti i peccatori della repubblica di Bananas

  3. È incredibile che in un paese civile ci si possa impossessare di un bene dello stato per più di 40 anni o in molti casi 60 anni lavorando solo 4 mesi l’anno e vivendo tutto l’anno da ricchi benestanti considerando la spiaggia un bene ereditato

  4. Come si dice “il pianto aiuta” con una settimana di affitto ammortizzano il costo di acquisto di un lettino. E ora che questo privilegio finisca quanto prima.

    • Magari lei fa il dipendente statale che la maggior parte non si ammazza di fatica con mille diritti dovuti dovrebbe finire anche questa di pacchia .

  5. È altrettanto incredibile che in un paese civile (e proprio per questo ed altri cento motivi non lo siamo….) che un personaggio come Carlo possa puntualmente aprire bocca e sparare cavolate a piacimento

  6. Teo Romagnoli says:

    Carlo e Max (perfino ironico) la vostra è invidia e gelosia.. fate schifo. Ve la prendete con gente che LAVORA e tiene pulito il Mare che ê di tutti.. ma pagate benzina e autostrade dove GIÀ ci sono infrazioni europee senza problemi… Quando non potranno più permettersi molti italiani la settimana al mare cosa direte.. schiocchi!

  7. Ho visto la trasmissione e devo fare i complimenti al presidente MAURELLI per la competenza l’autorevolezza e la puntualità con cui ha rappresentato le istanze del comparto.una grande pagina di rappresentanza di categoria.

  8. Antonio Mezzaluna says:

    Mister Carlo, ho una concessione vicino al fiume, ho 7 dipendenti assicurati , 12000 di canone , 4200 di spazzatura, ho reddito netto da spendere di 20000 euro: non siamo tutti milionari

  9. Quante incredibili chiocchiate su presente dinastie ereditate. Vergognatevi solo a dirlo, ci sono sacrifici immani dietro queste attività , famiglie intere condizionate è impossibilitate a fare altro pur di portare avanti tutto. Tappatevi la bocca populisti e demagoghi , state dipingendo questa gente come dei milionari scansafatiche. Da denuncia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.