Sardegna

Piano lidi Sardegna, Alghero chiede una proroga

A breve l'incontro per la fase di consultazione per stringere i tempi. Richiesta alla Regione della proroga alla legge 8/2015.

Ci vorrà ancora tempo prima di vedere approvato ad Alghero il “Piano di utilizzo dei litorali”, nonostante le rassicurazioni del Comune sul lavoro celere dei progettisti, la cui fasi sono state illustrate già a luglio nell’incontro svolto con i balneari. A breve ci sarà l’incontro per il documento di scoping, con il coinvolgimento di tutti gli enti e tutti i soggetti privati per un approccio metodologico che facilita le consultazioni e ottimizza i tempi. Da Sant’Anna fanno sapere che il Piano è in fase avanzata e che nei prossimi mesi è prevista la sua presentazione con l’elaborazione preliminare.

Il sindaco Mario Bruno si è rivolto ieri all’assessore degli enti locali della Regione Sardegna Cristiano Erriu, in relazione al termine ultimo previsto per l’adozione del Pul e sulla necessità di un’adeguata proroga alle scadenze previste dalla legge regionale 8 del 2015. «In virtù della gran mole di adempimenti tecnici e burocratici previsti preliminarmente alla predisposizione dei Piani di utilizzo dei litorali, e in considerazione del lungo iter autorizzativo necessario per adeguare gli elaborati alla vigente legge urbanistica regionale – spiega in una lettera il sindaco di Alghero – si rende necessario disporre, per tutti quei comuni virtuosi che come Alghero hanno avviato con risultati concreti la copianificazione del territorio in stretta sinergia con i competenti uffici della Direzione generale della pianificazione territoriale, un’adeguata proroga alle scadenze inserite e previste nella Legge Regionale 8 del 2015».

Il termine ultimo previsto per l’adozione dei Pul, infatti, rischierebbe di gravare inutilmente sui titolari di concessioni demaniali. «Nelle more dell’approvazione degli strumenti urbanistici – continua Mario Bruno – che in molti casi scontano notevoli ritardi del passato, la proroga non inficerebbe in alcun modo il proficuo lavoro fin qui eseguito, garantendo nel contempo tutti i titolari di concessioni demaniali in litorali urbani ed extraurbani per la prossima stagione balneare. Certi dell’esigenza comune di garantire un quadro coerente di regole certe, dell’importanza della pianificazione per la tutela degli ecosistemi costieri e dell’impegno che il Comune di Alghero ripone nell’accelerare i processi di adozione dello strumento urbanistico, si chiede di voler prendere in considerazione quella che è sentita in modo unanime come un’esigenza da molte realtà costiere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.