Attualità Sib-Confcommercio

Parte la campagna nazionale contro i venditori abusivi in spiaggia

''Un'estate originale'' è frutto di un accordo tra Ministero dello sviluppo economico e Confcommercio

È partita ieri la nuova campagna di sensibilizzazione e informazione contro l’abusivismo e la contraffazione nelle principali località turistiche italiane “Un’estate originale“. L’iniziativa si presenta ricca di contenuti e di ampia portata.

Il Ministero dello sviluppo economico (Mise), Direzione generale Lotta alla contraffazione-UIBM (DGLC-UIBM), ha infatti siglato un protocollo d’intesa con la Federazione italiana pubblici esercizi (Fipe) e il Sindacato italiano balneari (Sib) aderenti a Confcommercio. L’accordo, di durata biennale, prevede la diffusione, nella stagione estiva, di materiale informativo, affissione di locandine e comunicati stampa, sia a livello locale che nazionale, al fine di diffondere un messaggio di legalità e di tutela nei confronti di coloro che fanno acquisti durante le vacanze estive.

«Questo progetto trova totale collaborazione e sostegno da parte della nostra federazione, che si sposa appieno con una delle battaglie che stiamo conducendo con maggior impegno, quella all’abusivismo commerciale e alla contraffazione», ha dichiarato Lino Enrico Stoppani, presidente Fipe.

«Oltre a rappresentare un enorme danno per l’erario – prosegue Stoppani – questi due fenomeni mettono a rischio la sicurezza e la salute dei consumatori e l’attività di quegli operatori del settore che svolgono il proprio lavoro nel pieno rispetto della legalità. È importante, perciò, che stabilimenti balneari, ristoranti, bar e pizzerie non svolgano soltanto il ruolo di luoghi di aggregazione che a essi è riconosciuto, ma si impegnino anche a educare i cittadini su cosa implica l’acquisto e il consumo di merci contraffatte, soprattutto in luoghi di grande affluenza come le località di villeggiatura del nostro Paese».

»Già con le precedenti iniziative avevamo esortato i nostri clienti a evitare acquisti di materiale contraffatto», afferma Riccardo Borgo, presidente del Sindacato italiano balneari «Con questo nuovo accordo con il Mise avremo la possibilità di essere ancora più incisivi sia utilizzando il materiale informativo che verrà messo a disposizione, sia intensificando l’azione di prevenzione da parte dei nostri dipendenti nel limitare il contatto insistente – e talvolta minaccioso – dei venditori di prodotti contraffatti in spiaggia per i clienti delle nostre imprese».

La DGLC-UIBM metterà a disposizione dei consumatori anche una “linea diretta anticontraffazione”, ossia un servizio dedicato alla segnalazione di casi di contraffazione tramite un indirizzo di posta elettronica di riferimento: anticontraffazione@mise.gov.it.

© Riproduzione Riservata

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social: