Lazio Notizie locali Sindacati e associazioni

Ostia, tre spiagge libere non assegnate

La loro apertura è a rischio: non sono assicurati la sicurezza e l'assistenza alla balenazione.

A una settimana dall’apertura della stagione balneare rimane sospeso il destino di tre spiagge libere del lungomare di Ostia. Su otto spiagge messe a bando, in due casi, quelli del lotto 3 e del lotto 8, le cooperative Marisol e Roy’s hanno fatto ricorso al Tar; mentre altri due lotti del lungomare Duca Degli Abruzzi, il 4 e il 3, sono andati deserti.

Queste le spiegazioni del presidente del Municipio X, Andrea Tassone, durante una conferenza stampa tenutasi questa mattina a Ostia: «Il Tar, che si esprimerà il prossimo 7 maggio, non ha sospeso la determinazione di aggiudicazione, ma ha sospeso la comunicazione della Direzione Ambiente e Litorale con cui era stata intimata la riconsegna dell’arenile per il lotto 3 a Ostia ponente, aggiudicatrice del vecchio bando la società cooperativa Marisol, e del lotto 8 ad Ostia levante, aggiudicatrice del vecchio bando la società cooperativa Roy’s».

In attesa che il Tar si pronunci il prossimo 7 maggio, in due spiagge libere si rischia di non poter assicurare i servizi di sicurezza a mare e assistenza alla balneazione per una settimana dall’apertura della stagione balneare. «Cercheremo di trovare una soluzione tampone – ha dichiarato Tassone – magari chiudendo le spiagge. La procedura di assegnazione sta comunque proseguendo e oggi verranno sottoscritti diversi contratti. I cinque assegnatari sono infatti autorizzati a lavorare dal 1° maggio».

Per i lotti deserti l’amministrazione ha comunicato di avere avviato le procedure per l’affidamento a due ditte, Le Tamerici e Villa Maraini-La XIII che hanno partecipato al bando senza vincerlo, ma risultando idonee. Al momento una ditta ha dato la propria disponibilità, mentre l’altra non ha ancora dato una risposta.

Il municipio ha ribadito inoltre l’importanza di poter accedere liberamente e gratuitamente alla battigia. «Questo aspetto – ha sottolineato Tassone – dovrà essere assicurato soprattutto negli stabilimenti balneari. L’ufficio municipale demanio marittimo avrà il compito di sovrintendere e la polizia municipale di elevare eventuali sanzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.