Migliorare la colazione per aumentare il fatturato del proprio bar in spiaggia

colazione spiaggia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

La colazione è il momento più importante per i bar italiani, in termini di presenze e di fatturato. A certificarlo è un rapporto di TradeLab, che evidenzia come la colazione sia il consumo più frequente per ben 26 milioni di italiani tra i 16 e i 70 anni. Per questo, è importante che anche gli stabilimenti balneari con bar si attrezzino per rendere il momento della colazione il più piacevole possibile, seguendo le accortezze evidenziate da TradeLab: la gradevolezza dell’ambiente, la qualità del servizio e la scelta delle materie prime sono i dettagli più importanti sui cui concentrarsi.

In media, evidenzia il rapporto “Away from home consumer trend” di TradeLab, gli italiani fanno colazione al bar per ben 9,5 giorni al mese. Ciò significa che in un anno le colazioni complessive ammontano a 2,9 miliardi, generando un fatturato di 7,5 miliardi di euro se si calcola lo scontrino medio di una colazione individuale, che secondo TradeLab ammonta a 3,2 euro. A ciò si aggiunga che il 29% dei bar italiani concentra al mattino il 70% delle proprie visite giornaliere.

Nella scelta del locale in cui fare colazione, gli elementi più importanti per i consumatori sono la gradevolezza dell’ambiente e la qualità del servizio. Gli stabilimenti balneari hanno una marcia in più rispetto agli altri bar, grazie alla vista sul mare che regala sensazioni impareggiabili di benessere, ma non bisogna pensare che questo sia sufficiente. Occorre infatti prestare la massima attenzione ad arredi, pulizia, qualità e cortesia per essere scelti come una meta fissa dagli italiani che amano fare colazione fuori.

«Brioche e caffè sono le categorie acquistate con maggior frequenza – spiega Angela Borghi di TradeLab – con percentuali che sfiorano il 90%, seguite a distanza da cappuccino e acqua». Per questo, occorre garantire che questi beni di consumo primario siano di buona qualità e ottimo sapore; senza per questo dimenticarsi di offrire le alternative più gettonate come il ginseng per quanto riguarda le bevande o i muffin nel food.

Inoltre, sottolinea Borghi, «oggi le tendenze più interessanti vanno da un lato verso l’ampliamento delle proposte legate al mondo salutistico, dai prodotti “senza” a quelli vegani, e dall’altro verso una sempre maggiore personalizzazione dell’offerta, per esempio con le farciture delle brioche fatte al momento». Ottimi spunti per sviluppare l’offerta del proprio stabilimento balneare legata alla colazione, facendo crescere il proprio fatturato prima che lo facciano i concorrenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri articoli su beach bar e ristorazione:

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *