Attualità

Mercato immobiliare, le località balneari non temono la crisi

Il report "Real Estate Data Hub" evidenzia dati in controtendenza nelle città costiere, dove aumentano le compravendite rispetto al resto della penisola.

In tempi di generale crisi economica dovuta alla pandemia del Covid-19, il turismo balneare è in controtendenza e con esso anche il mercato immobiliare nelle località costiere italiane. Lo afferma la terza edizione del rapporto di Real Estate Data Hub, uno strumento di analisi del mercato immobiliare realizzato da Re/Max Italia e Avalon Real Estate.

Secondo lo studio, che contiene un capitolo dedicato alle principali località turistiche balneari italiane e in particolare a quelle che hanno ottenuto la Bandiera Blu, il trend delle vendite di case e appartamenti nei Comuni costieri nel 2021 è stato in linea con gli anni 2018 e 2019, con picchi di attività nel secondo e quarto trimestre dell’anno. Addirittura, in alcune regioni come Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio e Puglia sono stati registrati aumenti di compravendite, investimenti e riqualificazione nel settore immobiliare delle località balneari.

In particolare, l’Abruzzo è la regione in cui le città costiere hanno registrato un forte incremento delle compravendite nel 2021 rispetto al 2020: secondo lo studio, il merito è soprattutto del programma di finanziamenti da 45 milioni di euro stanziato dalla Regione per la riqualificazione del territorio in ottica di ecosostenibilità e di aggregazione sociale nei centri urbani, che ha generato anche un aumento generale dei prezzi di mercato. Bene anche il Lazio, dove le località costiere che osservano una maggiore crescita nel terzo trimestre 2021 sono quelle che hanno ottenuto la Bandiera Blu: in particolare, il report “Real Estate Data Hub” registra uno spiccato interesse verso San Felice Circeo.

Significativa anche la crescita della Sicilia, che è stata una delle destinazioni balneari più ambite del 2021, mentre rimane stabile la situazione dei prezzi e delle compravendite per Campania, Emilia-Romagna e Liguria. Quest’ultima regione, sottolinea il report, ha tuttavia delle prospettive di crescita molto ampie grazie al potenziamento dei collegamenti di Genova con Milano e Torino previsto dal Pnrr, che sta creando forti aspettative per un’ulteriore crescita dei flussi turistici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.