Attualità

L’imprenditore Di Finizio per la terza volta sulla cupola di San Pietro

Il titolare de 'La Voce della Luna' ha divulgato tredici videomessaggi prima di arrampicarsi sullo stesso lucernaio in cui è rimasto per 27 ore lo scorso 2 ottobre, per protestare contro la direttiva Bolkestein.

ROMA – L’imprenditore balneare triestino Marcello Di Finizio è di nuovo in cima alla cupola di San Pietro per protestare contro la direttiva Bolkestein e l’Unione europea. L’uomo, 47 anni, aveva già compiuto la stessa protesta lo scorso 30 luglio, rimanendo solo per quattro ore, e di nuovo il 2 ottobre, riuscendo quella volta a esporre uno striscione e a resistere per 27 ore (vedi video e notizia).

Questa volta, sullo striscione che Di Finizio è riuscito a esporre dal lucernaio della cupola, è scritto “Stop this massacre. The political horror show is continuing. La macelleria sociale sta continuando. Aiuto Papa Francesco. Facci uscire da questo incubo, da questa eurotruffa, dalla Bolkestein. Facci uscire dalle aste. Facci uscire dal Mes”.

Di Finizio indossa la felpa rossa con la scritta “salvataggio“, tipica dei bagnini di soccorso sulla spiaggia. La sua speranza, dice, «è che tutti i miei colleghi mi raggiungano in piazza San Pietro per protestare contro l’errata applicazione della direttiva europea Bolkestein», che apre alla messa all’asta degli stabilimenti balneari. Di Finizio possedeva un locale sul lungomare di Trieste, ma quattro anni fa questo è stato distrutto da un incendio e da due successive mareggiate, e a causa della breve scadenza della sua concessione demaniale, l’imprenditore non ha mai ottenuto dalle assicurazioni un risarcimento adeguato a ricostruire il locale.

In seguito alla protesta dello scorso 2 ottobre, la procura di Roma aveva firmato per Di Finizio il divieto di entrare nella capitale per due anni, ma l’imprenditore triestino ha violato il divieto e ha di nuovo fatto la fila per salire, come un normale turista, in cima alla cupola e da lì scavalcare il parapetto per calarsi su un lucernaio.

Prima di compiere la sua impresa, Di Finizio ha registrato tredici videomessaggi in cui comunica al mondo le ragioni del suo gesto e della sua disperazione. Tutti i video sono stati condivisi dal suo profilo Facebook, “La Voce della Luna“, dove l’imprenditore ha anche pubblicato alcune fotografie del panorama che al momento sta ammirando, da solo, in cima al piccolo lucernaio.

Qui sotto, uno dei videomessaggi di Di Finizio e alcune fotografie del suo disperato gesto.

© Riproduzione Riservata

Alex Giuzio

Dal 2008 è giornalista specializzato in economia turistica e questioni ambientali e normative legate al mare e alle coste. Ha pubblicato "La linea fragile", un saggio sui problemi ecologici delle coste italiane (Edizioni dell'Asino, 2022), e ha curato il volume "Critica del turismo" (Grifo Edizioni 2023).
Seguilo sui social: