Attualità Liguria Notizie locali

Liguria, raddoppiano gli investimenti sulle spiagge

Il nuovo bilancio regionale destinerà 1,2 milioni di euro a ripascimenti e sicurezza in riva al mare. Polemiche da Cna Balneatori: 'La cifra è insufficiente'

Raddoppiano gli investimenti della giunta Toti a favore del ripascimento delle spiagge liguri. Grazie a un emendamento al bilancio presentato dall’assessore regionale all’urbanistica Marco Scajola, nel 2016 l’intera cifra dell’imposta regionale delle concessioni demaniali sarà messa a disposizione per le spiagge liguri, passando così da 600 mila euro a 1,2 milioni.

«Abbiamo deciso di destinare l’intera cifra che i balneari corrispondono alla Regione, sotto forma di imposta regionale sui canoni demaniali, al territorio – spiega Scajola – evitando così che parte delle risorse finiscano, come avveniva fino a oggi, nel capitolo indistinto del bilancio regionale. In questo modo potranno essere fatti investimenti per la sicurezza e la salvaguardia degli arenili».

Sempre dietro richiesta dell’assessore Scajola, aumenta anche il contributo per la messa in sicurezza delle spiagge libere, che passa dai 100 mila euro del 2015 ai 300 mila euro del 2016. «Con il presidente Toti abbiamo voluto dare un segnale molto forte di quanto sia importante la sicurezza del territorio – aggiunge l’assessore Scajola – e quanto sia fondamentale sostenere gli operatori del settore balneare, aiutandoli a lavorare in spiagge ben tenute e riqualificate periodicamente».

«In un momento di tagli costanti che arrivano dal governo nazionale, noi abbiamo voluto investire il doppio delle risorse in un settore strategico per l’economia della Liguria, garantendo cifre importanti per il ripascimento delle spiagge e la sicurezza delle stesse. In questo modo gli operatori turistici che pagano l’imposta regionale vedranno l’intera cifra reinvestita per operazioni economiche che li riguardano».

Ma non tutti gli imprenditori balneari giudicano sufficiente questa misura, anzi, da Cna Balneatori Liguria sono arrivate delle critiche. Così il presidente regionale Maurizio Giacomelli commenta l’annuncio dell’assessore Scajola: «Apprezziamo il raddoppio degli investimenti della giunta Toti a favore del ripascimento delle spiagge liguri e la volontà di ridestinare l’intera cifra che i balneari corrispondono alla Regione al territorio, e soprattutto al comparto, in modo tale che gli operatori turistici che pagano l’imposta regionale vedranno l’intera cifra reinvestita per operazioni economiche che li riguardano. Tuttavia le risorse messe in campo per le esigenze di sicurezza e di salvaguardia degli arenili sono da valutare fortemente insufficienti, considerati i costi che le opere di questa portata comportano. In una Regione che guarda al turismo come importante risorsa economica, il settore della balneazione rappresenta un tassello fondamentale che ha necessità di più risorse e investimenti. Fortunatamente si ha coscienza di quanto questo comparto svolga un ruolo strategico e importante per l’economia della Liguria e quanto sia prioritario salvaguardare il litorale con opere di messa in sicurezza che garantiscano durata e utilità dei ripascimenti stessi. Senza dimenticare che bisognerà verificare che le cifre vengano poi concretamente spese per tale utilizzo dalle amministrazioni aggiudicatarie dei contributi».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: