Liguria

Liguria, ok a ombrelloni e lettini su scogliere frangiflutti

L'annuncio del governatore Toti per avviare nuove attività balneari

La Regione Liguria rimuoverà il divieto di sistemare ombrelloni, lettini e sdraio sulle opere di difesa costiera. Lo ha annunciato il governatore Giovanni Toti a margine della presentazione della manovra di bilancio in consiglio regionale. La novità sarà introdotta a partire dal 2023: le scogliere potranno così essere date in concessione ai privati per avviare nuove attività imprenditoriali di tipo turistico-ricreativo e balneare.

«Sarà possibile installare ombrelloni e lettini su alcune opere di difesa costiera della Liguria, una cosa che finora era totalmente esclusa da qualsiasi tipo di utilizzo economico», ha detto Toti. «Oggi se hai una scogliera che è stata finanziata da un provvedimento di difesa costiera non ci puoi mettere un pavimento sopra per poterci collocare i lettini e darla in concessione. Toglieremo questo divieto ove le norme di sicurezza lo consentano, almeno in determinati periodi dell’anno. Tutte le città hanno opere di difesa costiera utilizzabili, pensate alla scogliera di Porto Venere».

Oltre a garantire l’avvio di nuove attività economiche, l’iniziativa annunciata da Toti potrà rappresentare un argomento a favore dei balneari, dal momento che andrà ad aumentare gli spazi di demanio concedibili e quindi garantire più concorrenza, senza andare a espropriare le attuali concessioni.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: