Attualità

Le spiagge più care e più economiche del mondo

Il portale Travelbird stila una selezione di 328 località balneari ordinate per il costo medio di una giornata al mare. Nella top 4 ci sono due italiane.

Non è una classifica completa, ma una selezione di 328 spiagge in tutto il mondo ordinate dalla più cara alla più economica. Tuttavia, in cima svettano due località balneari italiane: Finale Ligure e Solanas (Cagliari) si sono infatti piazzate al secondo e al quarto posto nell’Indice dei prezzi da spiaggia 2018 pubblicato dal portale di viaggi Travelbird, che anche quest’anno, per la terza edizione, ha cercato di tracciare attraverso l’unione di più costi quale sia il lido di mare (fra i più belli e famosi del globo) più caro o più conveniente del mondo in un singolo giorno di vacanza. Per calcolarlo, sono stati sommati i costi di una tipica giornata al mare con lettino e ombrellone, pranzo, gelato, crema solare, acqua e birra.

In totale, su oltre 90 paesi, sono stati esaminati i costi di 328 spiagge del mondo: nella top 4 delle più costose ci sono nell’ordine Anse Vata a Noumea, nell’isola di Nuova Caledonia nel Pacifico (78,57 euro al giorno), l’italiana Finale Ligure (76,59 euro al giorno), la giapponese Yonaha Maehama (70,32 euro) e la sarda Solanas (65,46 euro). Le tre località balneari più economiche del mondo secondo Travelbird sono invece tutte in Vietnam: si tratta di Cua Dai (1,10 euro al giorno), City Beach (1,28 euro) e Long Beach (1,65 euro).

Per stabilire quale fosse la spiaggia più costosa e quella più economica per una singola avventura al mare, il team di TravelBird sostiene di aver utilizzato i numeri degli enti locali del turismo e i dati dell’Unwto (World Tourism Organization). In questo modo il portale di viaggi olandese ha provato a tracciare, secondo tutti quei prodotti che di solito si consumano o si utilizzano per un giorno di relax, quale fossero le differenze di prezzi fra le varie spiagge del mondo.

Tra le 328 spiagge prese in esame dal portale sono una decina di italiane, tutte fra le prime cento della classifica per costi più alti. Oltre a Finale Ligure e Solanas, figurano infatti al trentacinquesimo posto Lannio (Salerno) con 52,26 euro, al quarantaduesimo Maria Pia (Sardegna) per una cinquantina d’euro, seguita venti posizioni più sotto da Scalea in Calabria, 48,86 euro. Infine, tra le italiane più “economiche” fra quelle analizzate dagli olandesi, al centunesimo posto c’è la Spiaggia Rossa (Sardegna), che ha un costo medio di circa 44 euro a giornata.

TravelBird, nel presentare la sua ricerca, ha spiegato come la scelta delle spiagge esaminate sia anche legata alla loro popolarità sui social network che «sempre di più raccontano le tendenze di viaggio». La necessità di esaminare «costi della vita e accessibilità economica» attraverso sei fattori, precisa il portale, «fornisce soltanto una idea utile ad aiutare i viaggiatori nelle loro preferenze e a trovare località balneari utili al giusto prezzo», chiosa Fiona Vanderbroeck, chief traveler officer di TravelBird.

La classifica completa dell’Indice dei prezzi da spiaggia 2018 è consultabile cliccando qui.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: