Attualità

Le Regioni chiedono la deroga: una prima vittoria dei balneari

La riunione della Commissione Turismo emette un comunicato stampa unitario a favore della deroga alla direttiva Bolkestein. Soddisfatto il Comitato Salvataggio Imprese e Turismo, che ha organizzato un presidio.

Ieri pomeriggio si sono riuniti tutti gli assessori al turismo delle Regioni costiere, per discutere la proposta unitaria da presentare al governo in vista dell’incontro del 23 febbraio, durante il quale si discuterà l’esclusione degli stabilimenti balneari dalle aste imposte dalla direttiva europea Bolkestein (vedi articolo precedente).

giochi festopolis

La riunione ha portato a un esito molto felice: tutte le Regioni si sono schierate a favore della deroga alla direttiva Bolkestein. Per maggiori dettagli, riportiamo i comunicati dell’Ansa e del Comitato Salvataggio Imprese e Turismo: quest’ultimo ha organizzato un presidio davanti alla sede romana della Regione Marche, dove si teneva la riunione di ieri.

ANSA, 24/01/2012, 18:37: "Balneari: assessori turismo chiedono intervento governo su Ue"

La richiesta al Governo "se intenda assumere in forma ufficiale iniziative presso l’Unione europea tese ad escludere il settore del demanio marittimo turistico dalla direttiva servizi Bolkestein", è stata presentata dal coordinamento degli assessori al turismo che si è riunito nel pomeriggio presso la delegazione romana delle Regione Marche. Con una posizione assunta all’unanimità, gli assessori regionali al turismo hanno sottolineato "che è pregiudiziale per qualsiasi altra iniziativa che il governo nazionale espliciti l’intenzione se intende o meno avviare un confronto con la Ue che porti alla deroga della direttiva servizi. In caso di risposta negativa – ha sottolineato il coordinamento – si chiede al Governo di ripristinare il tavolo per giungere ad una legge quadro di settore che, in un’ottica di generale organizzazione e semplificazione, contenga anche i criteri, peraltro già elaborati dalle Regioni, che tutelino e salvaguardino la peculiarità, la tipicità e il valore della piccola e media impresa balneare italiana". (ANSA).

– – –

Comitato Salvataggio Imprese e Turismo: "Presidio Roma riunione Commissione Turismo"

Ieri una delegazione di balneari, promossa dal Comitato Salvataggio Imprese e Turismo e proveniente da diverse regioni d’Italia, ha presidiato e manifestato con striscioni, cartelli, tamburi, trombe e fischietti nella sede romana della regione Marche (nella foto), dove si teneva un’importante riunione della Commissione Turismo della conferenza delle regioni per discutere un ordine del giorno riguardante la direttiva servizi e il destino delle imprese balneari italiane. Presente per dare man forte ai balneari anche il sindaco di Viareggio Luca Lunardini. La stessa regione Toscana, nella persona dell’assessore al turismo Cristina Scaletti, unitamente ad altre regioni ha sostenuto la richiesta della deroga. La riunione si è conclusa con un comunicato stampa unitario di tutte le Regioni a sostegno della richiesta di deroga, da presentare al governo affinché venga sostenuta in sede europea. La delegazione dei balneari presenti al presidio si è dichiarata soddisfatta dell’importante decisione scaturita dalla commisione turismo delle Regioni. La mobilitazione continuerà anche nei prossimi giorni, fino al previsto incontro dei sindacati e del comitato con il governo, programmato per 23 febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.