Porti e ormeggi

Incontro Rixi-Assoporti su aumento canoni demaniali

I rappresentanti dei porti hanno incontrato il viceministro alle infrastrutture Edoardo Rixi per un confronto sulla problematica rappresentata dall’aumento del 25% dei canoni demaniali, comunicato a fine anno dal Mit per l’adeguamento agli indici Istat. Lo ha reso noto lo stesso Rixi.

«Ci siamo incontrati in Assoporti con tutti i presidenti delle Autorità di sistema portuale per affrontare alcune criticità dovute all’aumento del 25% dei canoni delle concessioni demaniali determinati dall’adeguamento automatico dei criteri Istat», scrive il sottosegretario in una nota. «Inoltre abbiamo affrontato il tema delle nuove linee guida per il regolamento delle concessioni demaniali e il completamento delle opere previste nel Pnrr».

«Si è trattato di un confronto utile sulle necessità di un comparto che rappresenta un volano per lo sviluppo economico e l’occupazione», conclude Rixi. «Parte da oggi quindi una riflessione sul futuro del sistema portuale italiano. La prossima settimana sarà convocato al Mit un tavolo che coinvolgerà anche le confederazioni dell’armamento e dei terminalisti per individuare soluzioni condivise per le sfide di un mercato in continua evoluzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Caio Antonio Saladino says:

    Secondo voi è giusto che io da semplice privato per un occupazione ad area verde di 128 metri quadri di area demaniale marittima(in pratica un giardino senza alcun ritorno economico)paghi quest’anno quasi 4000 euro di concessione tra demanio e provincia?Come posso fare?Grazie

  2. Un no profit says:

    Ciao Antonio ti comprendo, a me per 29 mq. vogliono farmi pagare i quasi 3000 euro del 2022, e si prospetta i 4000 del 2023. Stare su un’area del demanio è come quando il militare era obbligatorio, la logica si lasciava fuori della caserma. Chi ci amministra non si rende conto di quante incongruenze esistono. Io non pagherò anche perché per 21 anni ho pagato come un concessionario di spiaggia con 1000 mq.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.